In pubblicazione il 30 OTT 2020

NEVE. Poca sulle Alpi fino a gran parte di Novembre

Questo il responso dei modelli fisico-matematici


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

I principali modelli fisico-matematici intravedono un mese di novembre poco nevoso sulle Alpi, tantomeno sugli Appennini e ancor più improbabile in pianura almeno fino a tutta la seconda decade di novembre, con un parziale recupero del deficit nivometrico nell’ultima settimana del mese. Gli imputati principali della scarse  nevicate previste sono ovviamente gli anticicloni, dapprima l’anticiclone africano nelle prossime due settimane fino a  metà novembre  e poi nella terza settimana, l’anticiclone delle Azzorre.


Solo nel corso dell’ultima settimana di novembre, la  fresche e umide correnti atlantiche sembra entrare in scena, con l’arrivo di più decise perturbazioni atlantiche. Ma ecco settima per settimana Il deficit (in marrone )o di surplus di accumuli nevosi  ((in celeste-blu) rispetto alla nevosità media di ogni periodo


Settimana dal 2 all’8 novembre

Modeste  nevicate (10 cm) mercoledì 4  novembre sulle Alpi di confine

Dal 9 al 16 novembre

 Forte deficit di accumuli di neve per la prerseza dell'"Africano"

Dal 17 al 23 novembre

Ancora deficit seppure più modesto per la presenza dell'anticiclone Azzorre

3%20setti.jpg

Dal 24 al 30 novembre

Nevicate più abbondanti di quanto previsto in questo periodo dell’anno.

Schermata%202020-10-30%20alle%2023_31_22.jpg

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

26 NOV
Sarà neve al piano? Oppure in collina?
26 NOV
L'alta pressione che ci sta accompagnando in questi giorni retrocederà con il passare delle ore e favorirà l'ingresso di aria più instabile e umida.
25 NOV
Dapprima sulle Alpi, poi anche in Appennino