In pubblicazione il 9 GEN 2019

Neve sul Nord Italia dopo il 20 gennaio?

I modelli iniziano a fiutarla. Quale affidabilità?


Fonte Immagine: Massimo Centra

 

Le proiezioni odierne  medium range (fino 15 gg) dei due principali modelli mondiali, l’europeo ECMWF e l’americano GFS, intravedono l’arrivo della neve intorno al 22-23 gennaio sul Nord Italia.

Immagine: nevicate previste intorno al 22-23 gennaio.

Ecco quali fattori oggi  sono contro e quali sono a favore della credibilità di un simile evento.


Contro

  • La previsione è a 14 giorni e ovvero ai limite della attendibilità delle previsioni medium range. 
  • L’affidabilità nel caso specifico  è di circa il 20-25%. come si può dedurre (non  staremo a spiegare il perché) dal grafico sotto allegato il quale, sulla base del modello GFS, riposta sia la temperatura prevista a Milano dal run  più preciso (in blu) sia la media (in rosso) prevista di altre 30 previsioni simultanee. 

A Favore

  • L’affidabilità di tale previsione è bassa ma non è pari a …zero.
  • Anche il modello europeo prevede neve intorno al 22/23 con la stessa affidabilità  per quanto riguarda la temperatura a 1500m e per più nello stesso periodo (22-23 gennaio).
  • Il modello  ”extended range” (15-30 giorni) di ECMWF  prevede neve non solo sulle Alpi ma anche in  pianura nella settimana tra il 21  e il 28 gennaio.

Non vogliamo alimentare illusioni nei freddofili o timori nei caldofilli, ma bei prossimi giorni vale la pena di verificare se i modelli confermano o no tale eventualità.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

22 MAG
Insiste un po' di instabilità che nelle prossime ore favorirà ancora la formazione di improvvisi temporali in alcune zone d'Italia
21 MAG
Timida comparsa dell’anticiclone Nord africano al Nord
La fascia nuvolosa prossima all'equatore geografico evidenzia la posizione attuale dell'equatore virtuale
20 MAG
La causa nella anomala posizione dell’Anticiclone Nord africano 
23 MAG
Ancora molti temporali, anche di forte intensità
22 MAG
Sisma avvertito tra piacentino e parmense
22 MAG
Imponente frana a causa delle continue precipitazioni