In pubblicazione il 8 FEB 2019

Nevicate in arrivo sulle Alpi, perturbazione da domenica

Un impulso in discesa dalla Francia ripoterà un po’ di piogge sull’Italia


Fonte Immagine: ECMFW

 

Il quadro meteorologico per questo fine settimana si anima nuovamente dopo la breve parentesi anticiclonica che ha portato qualche giorno pienamente stabile con ampi spazi sereni al Centro Nord. 

Nella giornata di sabato partiremo bene con il bel tempo, ma finiremo con le piogge, infatti l'anticiclone delle Azzorre dominerà per le ultime ore prima di arretrare rapidamente in pieno oceano. 

In presenza di cieli sereni avremo ancora estese gelate durante le ore più fredde, in particolare nella parte centrale della Val Padana e lungo le vallate centrali interne.


Il guasto verrà però formalizzato nella giornata di domenica, quando entrerà nel vivo la perturbazione in discesa dai quadranti nord occidentali. 

Le nubi porteranno delle piogge sul finire delle settimana sul Nord Italia, al momento pare escluso il Piemonte, il basso Veneto e la Romagna; deboli nevicate con accumulo modesto sui settori alpini, indicativamente tra 10 ed i 15 centimetri. 

Temperature ancora generalmente al di sopra della media, ma con una lieve flessione.



Fonte Articolo: Andrea Tura

ULTIMI ARTICOLI

18 AGO
Nei prossimi giorni caldo in aumento a causa dell'alta pressione dell'Anticiclone Nord Africano, che insisterà soprattutto al Centro e al Sud
17 AGO
L'alta pressione dell'Anticiclone Nord-Africano scatenerà una nuova ondata di caldo, comunque meno intensa della precedente
16 AGO
L'avanzata dell'alta pressione africana porterà in alto le temperature nell'isola, e poi nei giorni successivi anche in altre regioni
15 AGO
Il graduale ritorno dell’alta pressione renderà il tempo stabile, senza far salire eccessivamente le temperature
20 AGO
Forti raffiche di vento, operazioni difficili
19 AGO
Clamoroso  insuccesso dei Climatologi
9 AGO
Rogo a Faenza, ventilazione variabile e la nube di fumo si sposta a Sud Est.
9 AGO
Le correnti dai quadranti nord occidentali sospingeranno la colonna di fumo nero verso sud, sud-est in direzione della costa romagnola