In pubblicazione il 10 OTT 2019

Ottobrata nel weekend, temperature in sensibile aumento

L'alta pressione tornerà a regnare sul Mediterraneo garantendo un tempo pienamente stabile


Fonte Immagine: WXCHARTS

 

L'alta pressione, che ha caratterizzato il tempo con una sostanziale stabilità degli ultimi giorni, va a sbilanciarsi verso est lasciando indifeso il territorio nazionale. Il nastro trasportatore atlantico beneficerà di questo parziale indebolimento inviando impulsi perturbati sul centro Europa. 

L’instabilità si farà sentire anche su diverse regioni del nostro Paese, in particolare sulle aree centro-settentrionali, ove difatti è atteso un debole peggioramento.
Non raggiungerà il Sud, anche se comunque le condizioni meteorologiche delle estreme meridionali verranno movimentate dal vortice di bassa pressione che ormai da alcuni giorni si è stabilizzato sulle coste ioniche, lambendo marginalmente la Sicilia e la Calabria meridionale.

Le nuvole scivoleranno comunque velocemente verso est dopo aver parzialmente coinvolto le regioni centrali, tant’è che già da venerdì l’alta pressione inizierà a guadagnare nuovamente terreno garantendo una nuova fase meteorologica più stabile. Il ritorno dell’anticiclone sul Mediterraneo verrà accentuato dal ricompattamento del Vortice Polare e dal successivo approfondimento della depressione islandese. 

Un assetto che appiattirà le ondulazioni oceaniche sospingendo le perturbazioni alle medie alte-latitudini in maniera molto lineare da occidente verso oriente, così da non “disturbare” le latitudini più basse europee.


Ottobrata in vista

L’aumento delle temperature ed i cieli sereni prenderanno piede sul finire delle settimana quando avremo un generale aumento dei valori barici sul Mediterraneo. Le fresche ed instabili perturbazioni autunnali transiteranno a latitudini piuttosto alte, restando ben lontane dall'Italia.

Per cui ci aspetterà una fase d'ottobre con diversi giorni di bel tempo e clima molto mite per la stagione, ma considerando che ottobre è sempre più spesso caratterizzato da parentesi tardo estive, anche quest’anno l’ottobrata è praticamente immancabile.

La stabilità sarà quindi protagonista per diversi giorni, ma non sempre splenderà il sole perché come spesso avviene in autunno, avremo i primi fitti banchi di nebbia e le foschie nottetempo. 
Spifferi più umidi nei bassi strati potrebbe inoltre portare nel weekend nubi basse durante le ore più fredde ed al primo mattino sulla Liguria e sull’alto Tirreno.



Fonte Articolo: Andrea Tura

ULTIMI ARTICOLI

6 GIU
Piogge diffuse e temporali intensi a partire dal Nord e alta Toscana, in evoluzione sulle regioni del Centro
5 GIU
Circolazioni depressionarie, che manterranno la persistenza di pressioni negative su gran parte del continente
4 GIU
Instabilità diffusa per diversi giorni: l'estate astronomica zoppica
4 GIU
Una forte perturbazione atlantica in transito sulla nostra Penisola sta portando intense e diffuse precipitazioni
1 GIU
Il Falcon-9, o Dragon-2, è decollato da Cape Canaveral per attraccarsi con la Stazione Spaziale Internazionale
31 MAG
Il perché. Gli effetti roventi sulla nostra estate