In pubblicazione il 28 FEB 2020

Piogge abbondanti in vista per 3 giorni consecutivi ad inizio Marzo

Accumuli fino a oltre 100mm su molte regioni. Siccità ridimenzionata al Centronord


Fonte Immagine: pixabay.com

 

Tra domenica 1 e martedì 3 marzo, tre piovose, ma miti, perturbazioni atlantiche raggiungeranno in rapida successione finalmente anche l’Italia.

La prima, in arrivo domenica 1 marzo, sarà moderata. La seconda e la terza, in arrivo rispettivamente lunedì 2 e martedì 3 marzo, saranno intense su quasi tutto il Centronord..

Piogge fino a oltre 100mm in 3 giorni

In particolare tra domenica 1 e martedì 3 marzo le perturbazioni porteranno piogge su tutta l’Italia, anche se le regioni più beneficiate saranno quelle centro-settentrionali ove verranno superati  ovunque i 50mm (tranne l’Alto Piemonte).

Addirittura in alcune regioni verranno raggiunti i 100 mm (Friuli, Venezia Giulia, Levante ligure, Picentino, Lazio, Bassa Toscana).

pioSchermata%202020-02-28%20alle%2007_21_43.jpg


Siccità ridimenzionata

Questo significa che sulla maggior parte delle regioni la siccità verrà fortemente ridotta, visto che in media, in un normale inverno sull’Italia dovrebbero cadere in media circa 180mm di pioggia.

Schermata%202020-02-28%20alle%2007_20_15.jpg

 

Unico neo: Piogge poco abbondanti proprio là ove la siccità è più marcala: Abruzzo, Puglia, Calabria e Sicilia.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

4 APR
A cura del Dott. Alfio Giuffrida, Fisico nonché Meteorologo e scrittore
2 APR
Il mese di aprile potrebbe ancora mostrare qualche segnale di incertezza
2 APR
Si volterà pagina già dal weekend, quando le temperature riprenderanno a salire sensibilmente
3 APR
Migliaia e migliaia di vittime nel nostro continente, con Italia e Spagna a pagare il conto tragicamente più elevato; possibile legame con le condizioni climatiche
3 APR
I dati mostrano un leggero miglioramento della situazione, con la curva dei contagi che, soprattutto al Nord, comincia a rallentare
31 MAR
La grande metropoli americana è oramai al collasso e in aiuto giunge anche la nave ospedale della Marina Militare Americana