In pubblicazione il 1 NOV 2019

Piogge da diluvio nella prima decade di novembre

Accumuli pari a quelli attesi nell’intero autunno


Fonte Immagine: US NAVY

 

L’autunno, rimasto sonnacchioso e in letargo per quasi tutti i 2 mesi di settembre e ottobre, sembra che si voglia svegliare di botto con una fase piovosa di rara intensità  e durata e che interesserà almeno di 2/3 dell’Italia con piogge tra 200 e 300 mm in 10 giorni, ovvero accumuli pari a quelli attesi nei tre mesi autunnali.

Il tutto per il passaggio  in appena 10 giorni di ben 4 intese perturbazioni atlantiche ognuna delle quali, dopo avere raggiunto il Mediterraneo occidentale, raggiungerà la nostra penisola ove si soffermerà almeno 2 giorni. 

Le piogge saranno sempre determinate dai forti venti sudoccidentali di Libeccio che accompagneranno tutte 4 le perturbazioni. 

Notoriamente, con i venti di Libeccio le piogge sono concentrate per lo più soprattutto  su Alpi, Triveneto, Liguria e regioni tirreniche

Ma ecco in sequenza lo svolgersi degli eventi

Una prima violenta perturbazione raggiungerà l’Italia tra sabato 2  e domenica 3 novembre, dando luogo a piogge  su quasi tutta l’Italia e di notevole intensità su Alpi centro-orientali, Triveneto, Liguria, regioni tirreniche, con accumuli  oltre 100 mm su Levante ligure,  Basso Lazio e Campania.

Una seconda perturbazione sarà sull’Italia tra martedì 5 e mercoledì 7 novembre con piogge su Alpi, Triveneto, Levante ligure  e regioni tirreniche, Salento, Isole e fino a 100 mm su Venezia Giulia, Levante ligure e rilievi laziali.


Una terza perturbazione in azione tra l’8 e il 9 novembre insieme alla seconda perturbazione, con piogge al Centrosud. Piogge forti su Puglia, Calabria, Campania (qui oltre 100mm)

Una quarta perturbazione sarà in arrivo il 10 novembre con piogge al Nord e regioni tirreniche e forti sulla Liguria.

Alla fine dei 10 giorni le piogge cumulate dovrebbero risultare oltre 50 mm su tutta  Italia (tranne regioni del Medio Adriatico, Est della Sardegna ed Est della Sicilia), con accumuli torrenziali fino a 250 mm su Levante Ligure, Lazio e Campania

Schermata%202019-11-01%20alle%2011_53_46.png

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

26 FEB
Atteso il transito di tre impulsi perturbati. Il primo, veloce e freddo proveniente da Nord Atlantico
26 FEB
Dopo una lunga fase di caldo anomalo, andiamo incontro ad un breve fase invernale
25 FEB
Il veloce passaggio di una perturbazione porterà piogge sparse, accompagnate anche da temperature in calo e neve sui rilievi
26 FEB
A causa delle condizioni simil primaverili delle ultime settimane (mesi), la stagione vegetativa sta iniziando con largo anticipo
26 FEB
Finalmente bianco l'Appennino, grandine in pianura
23 FEB
UFFICIALE, BLOCCO TOTALE DECISO DALLA REGIONE TUTTO FERMO FINO A DOMENICA PROSSIMA