In pubblicazione il 27 MAG 2022

Prima metà di giugno. Calda e siccitosa poi più fresca e piovosa

Evoluzione secondo le proiezioni de modello europeo


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Dopo la prima fase temporalesca al Centro Nord, per l’arrivo di una perturbazione atlantica, è ora attesa una nuova fase temporalesca su quasi tutta l’Italia tra i 28 e il 29 maggio. Ma poi nella settimana dal 30 maggio al 5 maggi nuova intensa andata di caldo africano. Ma per la settimana successiva è previsto l’arrivo di più fresche correnti atlantiche


Settimana 30 maggio-5 giugno

Torna in grande stile l’anticiclone africano con temperature massime di 32-34 gradi 31 maggio su Puglia, Materano, Tarantino, Sicilia e poi fino al 5 giugno su tutta l’Italia. Nuove sofferenze in vista per chi, come le persone anziane, mal sopportano il caldo. Per di più sembra che in questa settimana sull’Italia non cadrà nemmeno una stilla di pioggia.


Settimana 6-12 giugno

L’anticiclone africano sarà costretto ad abbandonare la sua presa sull’Italia. Residui focolai di caldo solo su Puglia e Isole maggiori, ma tornano i temporali soprattutto al Nord e regioni adriatiche.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

24 GIU
L’ultimo weekend del primo mese estivo porterà con se temperature elevate e piogge scarse o assenti
24 GIU
L’ultimo weekend del primo mese estivo porterà con se temperature elevate e piogge scarse o assenti
24 GIU
Le piogge tanto invocate rimarranno una pia illusione: non basteranno alcuni temporali qua e là per colmare il gap idrico. Siccità persistente fino ad agosto.
24 GIU
Già è partita malissimo sul piano climatico e idrico: non resta che aspettarci altri due mesi difficili...
15 GIU
Temperature da record a causa dell’insistente presenza del bollente Anticiclone Nord-Africano
9 GIU
La scossa avvertita sulla costa con epicentro in mare
25 MAG
Nella data di ieri la città costiera Romagnola ha registrato il valore di temperatura minima più elevato di sempre per il mese di Maggio
8 MAG
Nonostante le piogge, talora abbondanti, la situazione idrica rimane assai critica.