In pubblicazione il 22 SET 2021

METEO: Quando arriva la NEVE SULLE ALPI? Ecco le ultime proiezioni

I modelli previsionali cercano di individuare la data del possibile arrivo della neve a quote relativamente basse


Fonte Immagine: Pixabay modificata

Inizia ufficialmente la saione auunnale ed è lecito attendersi, nelle prossime settimane, gli ingredieni tipici di questa staione, tra cui quindi anche la neve in montagna. Ma c'è davvero possibilità che qualche nevicata cominci a imbiancare i rilievi della Penisola già nella prima parte della stagione? Le proeizioni dei modelli previsionali, compreso il nostro, danno delle prime indicazioni: vi spieghiamo tutto nelle righe che seguono.


Modelli previsionali a caccia dei primi fiocchi a bassa quota

Le Alpi già nei giorni passati hanno ricevuto qualche prima imbiancata, ma solo a quote decisamente alte. Ma è possibile che con l'inizio ufficiale dell'autunno, nelle prossime settimana, si faccia vedere la neve anche a quote relativamente basse, magari al di sotto dei 1500 metri? Nevicate di questo tipo, per quanto piuosto rare, non sono cero impossiili tra fine seembre e inizio ottobre, ed è quindi lecito pensare che possa accadere anche quest'anno. Ma cosa dicono i grandi calcolatori su cui girano i modelli fisico-matematici applicati all'atmosfera? In questa prima parte di autunno, i fiocchi renderanno bianco il pasesaggio montano?


Possibile sorpresa bianca già nelle prossime settimane

Premessa: quelle di cui stiamo parlando sono proiezioni di lungo termine, oltre i 6-7 giorni. Il loro grado di affidabilità quindi non può essere elevato, e non a causa della bontà o meno dei modelli previsionali uilizzati, ma semplicemente perchè la Meteorologia deve fare i conti con limiti intrinsechi di questa scienza, legati alla caoticità dell'atmosfera (attenzione: caoticità non è sinonimo di casualità, quanto piuttosto di complessità). Ebbene, cosa dicono allora le proiezioni dei modelli? Per quanto non siano tutti concordi tra loro, alcuni modelli indicano il possibile arrivo della neve sulle Alpi, anche al di sotto dei 1500 metri (sebbene difficilmente a quote inferiori a 1000 metri), già nella prima settimana di ottobre, quando le proiezioni rilasciate dai computer vedono il passaggio di alcune "fredde" perturbazioni nord-atlantiche sull'Italia. Ribadiamo, si tratta di una tendenza con affidabilità inevitabilmente non alta, ma in ogni caso è uno scenario possibile, uno dei più probabili tra i tanti possibili, e nei prossimi giorni vi terremo informati man mano che arriveranno proiezioni più aggiornate.

 

DATE PURE UNA LETTURA A QUESTI INTERESSANTI APPROFONDIMENTI!

Quando finisce il CALDO ANOMALO, ecco le novità

OTTIME NOTIZIE per le Alpi, ecco la prima NEVE in ARRIVO

CAMBIAMENTI CLIMATICI: troppo RAPIDI, animali e piante SOFFRONO!

Il legame tra FULMINI e GLOBAL WARMING

STRESS DA RIENTRO: uffa, sono FINITE le VACANZE!

Nel weekend a ROMA torna un po' di CALDO: leggere con attenzione!

MILANO, il mese di OTTOBRE più piovoso: VI STUPIRA'!

Ci sono FULMINI anche su GIOVE e sono SPAVENTOSI!

SICCITÀ ESTIVA ESTREMA IN EMILIA-ROMAGNA, una delle più intense della storia

Terra e Giove, a ciascuno i suoi fulmini

La sindrome da RIENTRO. E voi ce l'avete avuta?

Ci si abbronza VESTITI. SI o NO? La risposta vi LASCERA' SORPRESI

Novembre 2021 sarà influenzato dalla Niña? Ecco le IMPORTANTI CONSEGUENZE



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

21 GEN
Non verrà rispettata la tradizione che vuole che il 29-30-31 gennaio siano i giorni più freddi dell'anno
21 GEN
Le perturbazioni continuano a scorrere lontano dalle regioni settentrionali, ma i modelli indicano il periodo della svolta
21 GEN
Alta pressione in arrivo, nebbie protagoniste in Pianura Padana
19 DIC
Quante volte nel passato
18 DIC
Da dove deriva questo noto detto
18 DIC
Forte scossa di terremoto avvertita nella tarda mattina di oggi in Lombardia, con epicentro nella Bergamasca