In pubblicazione il 27 SET 2020

Sbalzi termici in arrivo. Raffreddori in agguato

Siamo più vulnerabili delle precedenti generazioni


Fonte Immagine: pixabay.com

Il tempo che insidia la nostra salute non è solo il “troppo”, ma anche il tempo che muta “troppo in fretta”, come i repentini sbalzi di temperatura.


Sbalzi oltre 5-6 gradi in 24-48 ore mal sopportati dal nostro organismo

Il sistema di termoregolazione è tarato per far fonte a sbalzi di temperatura contenuti tra un giorno e l’altro. Uno sbalzo di temperatura, di 5-7°C come quello imminente, per quanto rilevante, dovrebbe risultare, a prima vista, di per sé innocuo, visto che le temperature massime scenderebbero fino 18-23 gradi, valori che cadono addirittura nell’intervallo di massimo benessere per il nostro corpo. Ma in realtà le cose non stanno proprio così. perché simili sbalzi superano il limite oltre il quale il nostro organismo non è in grado di adeguarsi prontamente alle mutate condizioni meteo. Da qui la fastidiosa sensazione di freddo e i numerosi raffreddori in atto (dovuto allo spiffero freddo di pochi giorni or sono) o in fieri come quello atteso ytas il 2 e il 4 ottobre e poi tra i 7 e l'8 ottobre.


Nel sopportare simili sbalzi termici ci dovrebbe dare una mano anche la capacità di adattamento maturata dall’organismo nel corso di millenni, ma in realtà le nostre reazioni agli eccessi e ai mutevoli umori del tempo si è un po’ appannata nel corso degli ultimi decenni. Il motivo?

Le comodità del benessere ci hanno più vulnerabili

Le comodità e il comfort offerti dalle moderne tecnologie per sopportare il caldo come i condizionatori e i deumidificatori. Ebbene tutte queste comodità risparmiano senza dubbio al nostro corpo le sofferenze del caldo ma, nello stesso tempo, hanno impigrito per mancanza di esercizio il sistema di termoregolazione.

I consigli del medico per meglio sopportare gli sbalzi termici

• Adeguare prontamente, giorno dopo giorno, il nostro abbigliamento alle mutate condizioni ambientali.

• Per gli ipertesi che per il caldo estivo avevano sospeso le cure, varrebbe la pena di esaminare con il proprio medico se non sia il caso di riprendere la dose totale dei farmaci specifici



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

28 OTT
Alta pressione uguale bel tempo? Si, ma non sempre...
28 OTT
Residui fenomeni all’estremo Sud, specie su Salento, Calabria, Puglia ionica e Sicilia orientale. Sole altrove, ma con nebbie in Val Padana e vallate centrali
28 OTT
Uno dei terremoti piu' forti degli ultimi 200 anni
15 OTT
Ecco le PESANTI ANOMALIE a livello globale: noi siamo in un'ISOLA FELICE.
13 OTT
Valori molto bassi al Nord Est, prima volta fin sullo zero anche in pianura
9 OTT
Era il 9 Ottobre 1963, Ore 22.39