In pubblicazione il 16 GIU 2019

Temperature fino 40 gradi in luglio. Quale probabilità

La frequenza osservata in 2 estati “normalmente calde”


Fonte Immagine: Pixabay

 

Alcune certezze sul caldo estivo

  •  Il mese di luglio è diventato mediamente più caldo di circa +2.5 °C rispetto alle estati degli anni ’70 il che comporta un aumento medio di ben 4 volte  della probabilità di ondate di caldo con temperature oltre 34 °C;

Schermata%202019-06-16%20alle%2016_28_24.png

  • Quasi tutti i mesi di luglio degli anni ’2000 sono stati più caldi di quelli del secolo passato;
  • Il luglio 2019 non potrà essere caldo come quello del 2015 (la 1^ più calda di sempre per luglio) il quale è in pole position sia per effetto di una primavera siccitosa ( un suolo siccitoso si surriscalda più di un suolo umido e quindi più facilmente arroventa l’aria sovrastante), sia a seguito di un forte Niño (anomalo surriscaldamento  delle acque del Pacifico tropicale), un evento che favorisce più frequenti incursioni dell’anticiclone Nord africano verso l’Italia; 
  • Il luglio 2019 non potrà essere nemmeno eccezionale come il luglio 2003 (il 2^ più caldo di sempre) quando vi fu anche in questo caso sia un evento di Niño e una primavera siccitosa;
  • In effetti nel 2019 la primavera non è stata siccitosa. Mentre il Niño in estate ci sarà ma è previsto un surriscaldamento insignificante del Pacifico, appena di +0.5/+07°C, ovvero appena al di sopra del valore (+ 0.5°C) oltre il quale si può parlare convenzionalmente di eventi di Niño;
  • Le ondate di caldo più intenso si verificano di solito tra il 15-20 luglio e il 15-20 agosto, periodo noto come “solleone”.

Insomma il luglio 2019 dovrebbe essere “normalmente caldo” il che non significa che non ci farà soffrire, tutt’altro.

 

Anche in una estate normalmente calda possono essere raggiunti i 40 gradi

Ma ecco nel mese di luglio delle annate “normalmente calde”  (qui abbiamo scelto il 2016  e 2018) dove e quante volte sono stati raggiunti i 40 °C su un campione di 130 località.

Catania Sigonella. 4 volte in 2 anni

Trapani: 4

Decimomannu: 4 


Olbia: 2

Pantelleria: 1

Lecce: 1

Per un totale di 16 casi  complessivi su 130 località in 2 anni.

Come dire che in un luglio “normale”prevedere i 40°C, senza specificare se, come in genere avviene, saranno solo picchi isolati, è  puro meteo-terrorismo. 

Nelle estati eccezionali il numero sale ovviamente. Ad esempio nel luglio 2015 i 40°C furono superati 20 volte, come somma degli eventi registrati sulle “solite”  5-6  località (Foggia, Lecce, Catania, Trapani, Decimomannu). In un solo giorno del mese solo giorno i 40°C furono raggiunti simultaneamente in 6 località su 130 (5%). 

Però, come si vede, i 40°C sono un evento raro anche nelle estati eccezionali.

Conclusioni

Anche se luglio 2019 sarà  con elevata probabilità“normale” e quindi statisticamente con appena 7-8 casi di 40°C, sarà però  comunque molto caldo e quindi ci farà soffrire, così come sono stati quasi  i mesi di luglio  degli ultimi 20 anni e così come è stato luglio 2018.  Quindi lanciare un  articolo dal titolo “estate caldissima”, è la scoperta …dell’acqua calda, però la gente abbocca ritenendo che possa essere sinonimo di “estate eccezionale”. 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

16 LUG
Fino a domenica avremo caldo nella norma con possibili temporali, poi di nuovo anticiclone subtropicale
16 LUG
parziale peggioramento del tempo al Nord nella giornata di giovedì, con nuvole e improvvisi temporali su molte regioni
16 LUG
Più intensa e più lunga di quanto avevamo previsto una settimana fa
16 LUG
Passata la perturbazione, l’Italia rimane esposta a correnti settentrionale che mantengono contenute le temperature
16 LUG
Lungo gli oltre 7000 chilometri delle nostre coste le caratteristiche climatiche fondamentali possono variare anche di molto
15 LUG
I primati mondiali di uno dei fenomeni atmosferici più imprevedibili e distruttivi
15 LUG
Emeregnza incendi in Sardegna, impegnate tantissime squadre