In pubblicazione il 26 GEN 2021

Torna l’alta pressione. Ma stabilità e cieli sereni dureranno poco

In Emilia-Romagna si profila una parantesi con clima relativamente asciutto e freddo fino a giovedì, quando le condizioni meteo torneranno nuovamente a cambiare


Fonte Immagine: Saragrappoli

Con l’ultima perturbazione che lunedì ha interessato gran parte delle regioni centro-meridionali dello Stivale, si chiude l’interminabile sequenza di maltempo sulla nostra regione. Grazie al sensibile rinforzo dell’alta pressione che dalla Spagna si allungherà sul Mediterraneo e che, nei prossimi giorni abbracciando anche l’Italia, assicurerà una maggior stabilità. In questo contesto però, l’allontanamento del minimo di bassa pressione prima di abbandonare definitivamente il nostro Paese, come un riavvolgitore si trascinerà dietro delle correnti settentrionali più fredde ma anche più asciutte; dove da una parte saranno responsabili di un calo delle temperature, specie nelle minime, dall’altra favoriranno il ritorno di cieli più soleggiati.


Tuttavia, i timidi effetti dell’espansione di questo campo anticiclonico non saranno duraturi: la massa d’aria rimarrà veicolata da un flusso occidentale atlantico in scorrimento lungo il perimetro superiore dell’arco alpino, nel quale facendo da argine, lascerà scorrere delle infiltrazioni umide alle quote più alte. Questo si tradurrà nella seconda parte della settimana, in un rialzo generale delle temperature ma in un graduale deterioramento del tempo sotto forma di un aumento della nuvolosità.


Tutto ciò andrà a spese del prossimo weekend: la circolazione nord-atlantica guadagnerà terreno sull’Italia approfittando del debole campo di alta pressione, determinando la formazione di una nuova perturbazione che, tra la fine di sabato 30 e domenica 31, manifesterà delle precipitazioni diffuse su tutta regione. Si tratta comunque di una tendenza che dovrà essere confermata nei prossimi aggiornamenti.

Nel dettaglio ci attende quindi un martedì in compagnia di una bella giornata di sole, cieli che risulteranno sereni o poco nuvolosi per il transito di modeste velature dalle ore serali e notturne, ma nessuna nebbia prevista. Mercoledì: cieli tra poco nuvolosi e nuvolosi per il transito di spesse ma innocue velature, salvo addensamenti più consistenti attesi in prossimità delle aree appenniniche. Maggiori schiarite nelle ore serali. Giovedì: nuvolosità in deciso aumento, specie nel pomeriggio, con addensamenti più consistenti lungo il settore appenninico. Possibilità di deboli precipitazioni dalle ore serali sui crinali.

Temperature: minime in diminuzione con valori fino a -3 e -4 gradi sulle pianure interne e tra 0 e -2 gradi sul settore costiero accompagnate da gelate diffuse. Massime in lieve aumento, con valori da 6 a 8 gradi e fino a 10 gradi in Romagna. Venti: inizialmente tra ovest e nord-ovest con rinforzi moderati tra costa e mare; successivamente deboli/variabili sulla pianura e sud-occidentali lungo i rilievi. Mare: poco mosso.

Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato e divulgatore scientifico AMPRO Meteo Professionisti



Fonte Articolo: Meteoroby

ULTIMI ARTICOLI

Temperature a 1500m ca nei prossimi 10 giorni
26 FEB
Modelli in parziale disaccordo
26 FEB
Prosegue il dominio incontrastato dell'anticiclone, anche se il suo parziale indebolimento, concederà in Emilia-Romagna un lieve calo delle temperature e un ritorno a valori più consoni del periodo
26 FEB
Le ultime proiezioni dei modelli previsionali indicano la probabile data del prossimo generalizzato peggioramento del tempo
25 FEB
Fa caldo per il periodo...troppo caldo! Le conseguenze
27 FEB
Recenti ricerche confermano che il cambiamento climatico potrebbe avere un notevole impatto negativo sui raccolti del futuro
27 FEB
Secondo la statistica climatica https://www.youtube.com/watch?v=IcOh1T7NR8I
24 FEB
Temperature insolitamente miti in un’ampia fetta del continente asiatico con veri e propri valori record in Cina, Mongolia e Giappone
23 FEB
Statistiche e curiosità riguardanti le nevicate che hanno imbiancato la Capitale nel corso degli ultimi 100 anni