In pubblicazione il 20 GEN 2021

Ultimo freddo polare tra 25 e 26 gennaio. Poi lunga pausa poco invernale?

Le vicende del vortice polare nei prossimi 10-15 giorni


Fonte Immagine: pixabay

In inverno le ondate di freddo intenso vengono sempre preannunciate con almeno 10-15 giorni da forti anomalie nella stratosfera polare, le cui vicende sono abbstanza previdibili dai modelli, perchè lontane dalle influenze del suolo la cui  approssimata schematizzazione in equazioni è la fonte più frequente di errori nelle previsioni modellistiche.


In particolare il freddo intenso fino medio-basse latitudini derivano, come abbiamo spiegato più volte,  da spezzoni del  frantumato Vortice Polare (VP), quando il VP viene costretto ad uscire dalla sua sede naturale, il circolo polare appunto, sotto la spinta un caldo e invadente anticiclone subtropicale che su allunghi  in verso meridiano  dalle medie latitudini fino al polo.


Negli ultimi 30 giorno il VP è stato catapultato sul lato europeo

Tra l’ultima decade di dicembre  e la corrente decade di gennaio, l’invasione del  circolo polare è avvenuta da parte dell’anticiclone subtropicale del Pacifico il quale, oltre ad avere surriscaldato la stratosfera polare (20-50 km) sul lato del Pacifico,  ha spinto Il VP verso il  Nord America, il Nord Atlantico e il  Nord Europa e nel frattempo si è anche suddiviso in vari spezzoni i quali, nel  loro movimento da ovest verso Est,  hanno interessato a più riprese l’Europa.

E appunto uno di tali spezzoni trascinerà aria gelida dalla Islanda verso i Balcani, iniettando aria fredda su tutta l’Italia, ma con nevicate fino  bassa quota solo su Alpi, rilievi marchigiani abruzzesi. L’intensità del freddo non raggiungerà i livelli dell’ondata che sta per finire perché  l’aria gelida in arrivo partirà dal bordo del circolo  polare, per poi mitigarsi lungo il sorvolo dell’Atlantico (aria polare marittima Pm, secondo la classificazione di Koppen)

Schermata%202021-01-19%20alle%2020_40_14(1).jpg

E POI?

Ma poi tra i 26 e il 28 gennaio sarà l’anticiclone delle Azzorre ad allungarsi fino al Polo,  relegando in tal modo i vari spezzoni del VP sull’area asiatica, ossia così lontano dall’Europa, che occorreranno in media almeno 10 giorni di giorni  

Schermata%202021-01-19%20alle%2020_43_52(1).jpg



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

27 SET
Per "critica" intendiamo con POSSIBILE rischio fenomeni estremi (trombe d'aria, alluvioni lampo, medicane...)
27 SET
Alta pressione lontana e correnti atlantiche protagoniste in una settimana dalle caratteristiche di inizio autunno
27 SET
Assisteremo a un’abbondanza di piogge su tutto il paese e ad un graduale calo termico
23 SET
Corsa contro il tempo per salvare le banane, il 50% del PIL dell'isola
19 SET
Una serie di vortici registrati dagli esperti.
7 SET
La quasi totale assenza di precipitazioni da inizio Estate e una precedente carenza storica di piogge primaverili hanno causato una delle Estati più secche di sempre nella regione dell’Emilia-Romagna