In pubblicazione il 13 SET 2019

Un anticiclone africano cosi anomalo in settembre?  Una volta ogni 30-40 anni circa

Ma non per questo darà luogo ad un ondata di caldo eccezionale o record


Fonte Immagine: Pixabay

 

E’ in atto una campagna meteo-terroristica da parte dei Massmedia  circa l’intensità della ondata di caldo in atto. 

Ebbene dimostreremo che in realtà l’ondata non sarà con caldo eccezionale perché verranno raggiunti, limitatamente a 5 regioni normali valori estivi. Invece sarà record l’intensità dell’anticiclone nonché, di riflesso, lo scostamento delle temperature massime dai valori medi climatici osservati negli ultimi decenni in questo periodo dell’anno.

 

E’ tornato l’anticiclone Nord africano

L’anticiclone Nord africano tornerà oggi  sull’Italia, con il suo asse di simmetria proteso dalla Tunisia verso la Sardegna  e da qui verso le regioni di Ponente

 

Schermata%202019-09-13%20alle%2014_11_58(1).png

 Resterà in tale posizione fino a mercoledì 18 settembre. Con l’asse di simmetria orientato come sopra detto,  le arre geografiche ove le temperature saranno più sospinte verso l’alto sono quelle a più vicine all’asse e alla sua sinistra e quindi ovviamente la Toscana, l’Emilia, L’Umbria , il Lazio, la Campania e le Isole. Lo dimostra anche il fatto che già ieri qui sono stati raggiunti valori tra 30 e 32 gradi

Ma è normale che l’anticiclone Nord africano, dopo avere imperversato per tutta l’estate, torni di nuovo sull’Italia. 

Ma certamente!. Infatti L’anticiclone Nord africano fa  parte delle fascia subtropicale (tra 20 e 40 gradi di latitudine) di Anticicloni “permanenti” ovvero presenti per tutto l’anno e di cui fa parte anche l’anticiclone anche delle Azzorre.

 

Nella presente circostanza Anticiclone Africano molto anomalo

L a figura sopra riportata mostra in linee settili ed aree colorate le anomalie, rispetto alla media climatica del periodo ,  della pressione alla quota di 5500m prevista per venerdì 13 settembre.  Adesso osservate la linea 180m che lambisce le regioni di Nordovest e la Toscana. Tralasciando il significato del valore 180, Vi assicuro che un’anomalia di 180 è decisamente enorme.  Normalmente le anomalie degli anticicloni in settembre sono intorno 60-90m, mentre oggi avremo almeno 2 volte tanto. Una anomalia enorme rispetto  alla media climatica e con una probabilità di verificarsi 1 volta ogni 30-40 anni

 

Ondata di caldo intenso allora nel fine settimana? No, ecco perchè


Ebbene lo strombazzamento in rete e il valore eccezionale dell’intensità dell’Africano farebbe  pensare sì. In realtà non sarà così.

Se tale anomalia così forte si fosse verificata tra il 15-20 luglio e i 15-20 agosto avremmo sicuramente raggiunto valori diffusi di 40 gradi. 

E allora perché non potrebbe capitar adesso? 

Il motivo è semplice. Per raggiungere i 40 gradi serve non  solo un anticiclone africano super potente ma occorre pure che il calore solare inviato sulla terra sia al massimo. Ma in questo periodo di settembre la radiazione solare è già calata del 20 circa rispetto a luglio e, pur essendo ancora elevata (se si sta al sole si avverte ancora fastidio),  manca però una delle condizioni perché  si inneschi una forte ondata di caldo di stampo estivo

 

Temperature massime previste non saranno eccezionali ma la loro anomalia sì

Le temperature massime, stante la posizione dell’asse di simmetria dell’anticiclone, raggiungeranno i valori più levati su Umbria e zone interne Toscana-Lazio-Campania, Sardegna.

Quanto elevate? Valori tra 30 e 32 gradi con qualche punta di 33 gradi. Certo qui farà caldo ma non sarà un’ondata di caldo stile luglio-agosto.

Eccezionale sarà invece l’anomalia di tali temperature. Infatti temperature massime  diffuse di 30-32 gradi in questo periodo del mese di settembre sono 4-6 gradi al di sopra dei valori medi climatici osservati in 30 anni su  tali regioni.

In figura i valori medi climatici delle temperature massime attesi tra i 12 e il 19 settembre (i valori dopo la barra sono i valori record )

 

italaichermata%202019-09-13%20alle%2009_20_22(1).png

una anomalia che in media si verifica una volta ogni 30-40 anni anche se il Global Warming l’evento potrebbe verificarsi ogni 10-20 anni

Quanto durerà? Fino a mercoledì 18 settembre.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

15 OTT
Quali le regioni a più alto rischio di piogge forti
14 OTT
Allerta arancione della Protezione Civile in Liguria e in Lombardia
14 OTT
Analisi dell’influenza che avranno le cause che giocano a favore o contro 
11 OTT
talia raggiunta da 2 perturbazioni atlantiche ma solo una piovosa
16 OTT
300 mm di pioggia sul crinale fecero esondare i torrenti Parma e Baganza
16 OTT
Sarebbero circa sette i miliardi di dollari di danni in tutto il Giappone
16 OTT
Paura sull'Isola di Giava - VIDEO
15 OTT
Caduti in 24 ore 922,5 mm di pioggia, è record storico!