In pubblicazione il 11 FEB 2019

Variabile al Centro Sud, temperature in flessione. Aggiornamento settimanale

L’alta pressione si estenderà sull’Europa centro occidentale. Bel tempo in consolidamento anche sulla Penisola Italiana


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Aria più fredda investe un po' tutta la penisola italiana, ma soprattutto le regioni del Centro e del Sud, in particolare il versante Adriatico, con temperature in generale flessione. 

Avremmo però poche novità in vista sul quadro meteorologico sui settori settentrionali, insisterà invece qualche fenomeno sulle centrali ed al Mezzogiorno. 

La giornata di domani, martedì 12 febbraio, trascorrerà con tempo tranquillo ed ampi spazi sereni sull’Arco Alpino, Val Padana, Sardegna e gran parte dei settori centrali, con al più qualche velatura di passaggio tra la Liguria e la Toscana. 

Attenzione invece tra Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata e successivamente sulla Sicilia settentrionale, zone ove sono attesi dei rovesci di pioggia e qualche fioccata mediamente dai 500 ai 700 metri. Quota neve che dalla serata continuerà a diminuire progressivamente perché continuerà a fluire aria piuttosto fredda con una forte ventilazione settentrionale.


La seconda parte della settimana verrà invece contraddistinta dell’egemonia dell’alta pressione, che caratterizzerà la situazione meteo sul continente europeo centro occidentale. Estendendosi difatti tra Spagna e Francia, guadagnerà strada verso est mettendo i suoi massimi oltre Alpe, ma proteggerà anche tutto il centro nord e la Sardegna. 

Le perturbazioni scorreranno naturalmente alle latitudini ben più settentrionali, sulla Scandinavia, mentre sul Mediterraneo regnerà la stabilità anche se non ovunque, perché un’area depressionaria continuerà ad interessare ancora l'estremo Sud con qualche piovasco tra Molise, Puglia, dorsale appenninica meridionale e Sicilia tirrenica. Deboli nevicate sui rilievi oltre i 700 - 1000 metri di quota

Quadro meteorologico in graduale miglioramento anche su quest’ultime aree grazie all’ulteriore rinforzo dell’anticiclone con al più residue nubi in assorbimento sul basso Adriatico e rilievi montuosi meridionali.



Fonte Articolo: Andrea Tura

ULTIMI ARTICOLI

15 FEB
Alta pressione protagonista, aria molto mite sulle Alpi
14 FEB
L’evoluzione in quattro distinte fasi fino al 23 febbraio. Periodo poco dinamico
12 FEB
L’alta pressione guadagna ulteriore spazio sul Mediterraneo
15 FEB
Tendenza meteo fino metà mese, tra poco online
12 FEB
Danni pesantissimi nel Nord del Paese
12 FEB
Mareggiate lungo le coste esposte. Una nuova perturbazione proveniente dall’Europa nord-orientale, giungerà nella giornata di domani