In pubblicazione il 11 GIU 2018

Caldo africano 11-13 giugno. Toccata e fuga

Massima intensità lunedì 11 e martedì 12 giugno


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

L’Anticiclone africano sta rispettando la tabella di marcia che avevamo già intravisto una settimana fa. 

Infatti domenica 10 giugno ha già raggiunto la Sardegna, ove le temperature massime si sono spinte fino 34 gradi.

Ecco allora alcuni dei picchi di temperatura registrati domenica 10 giugno:

Marina di Ginosa   34°C

Capo Frasca   33°C

Bolzano   33°C

Capo Caccia   32°C

Alghero   32°C

Roma   31°C

Treviso   31°C

Trapani   31°C

Catania   31°C

Foggia   31°C

Bologna   31°C

 

Lunedì 11 giugno si è propagato a tutta l’Italia, tranne le regioni di Nordovest.


Immagine: l’anticiclone Nord africano lunedì 11 giugno 

out4-3(2).jpg

Poi martedì 12 abbandonerà il Nord Italia, per l’arrivo di più fresche correnti atlantiche  ma resisterà su quelle centro-meridionali. 

Mercoledì 13 sarà presente solo al Sud e

Giovedì 14 giugno abbandonerà tutta l’Italia, ormai invasa dalle correnti atlantiche mentre verso il Nord Italia sembra allungarsi l’anticiclone delle Azzorre

Immagine: scomparsa dell’anticiclone Nord africano ed arrivo dell’anticiclone delle Azzorre

out26-3%20merc(1).jpg

Il caldo, afa a parte, raggiungerà valori elevati solo sul Meridione ove su Puglia, Materano, Calabria ionica e interno Sicilia potranno essere raggiunti valori tra 34-36 gradi nella giornata di martedì 12 giugno

Insomma un’ondata di caldo molto breve con valori notevoli solo al Sud.

Nelle immagini a seguire le temperature massime previste tra lunedì 11 e venerdì 18 giugno:

 

outw4-20(2).png

outw12-20(1).png

outw20-20(1).png

outw36-20.png



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

26 MAG
Ancora una fase molto instabile con piogge e temporali. Possibile cambi di registro nei primi giorni di giugno
26 MAG
Allerta gialla in 13 regioni: come previsto è arrivata una circolazione depressionaria ora posizionata tra Sicilia e Sardegna
26 MAG
Ma Monsoni in ritardo per un'anomalia presente in maggio nelle acque del Golfo di Guinea 
23 MAG
Ancora molti temporali, anche di forte intensità
22 MAG
Sisma avvertito tra piacentino e parmense
22 MAG
Imponente frana a causa delle continue precipitazioni