In pubblicazione il 5 GEN 2016

Dal freddo al... "caldo": netta scaldata termica in arrivo. Ecco dove

Prima delle ipotesi fredde di metà mese arriverà un netto aumento termico su molte aree


Fonte Immagine: web

 

Dopo un inizio d'anno decisamente più dinamico rispetto ai precedenti due mesi, con precipitazioni piovose ma anche nevose che hanno raggiunto anche la pianura al centro Nord, nei prossmi giorni questa ondata di aria fredda finirà. C'è però da specificare come il freddo sia stato circoscritto alle regioni centro settentrionali. Prima di sperimentare altre ondate di aria fredda, presumibili verso la metà del mese, dobbiamo analizzare la scaldata termica che avverrà a partire dal fine settimana. Infatti le temperature aumenteranno nettamente alle alte quote con valori che torneranno estremamente miti. Siamo ancora a molti giorni di distanza e quindi qualcosa potrebbe cambiare ma la rimonta dell'alta pressione sembra proprio riportarci qualche giorno di primavera.

Non su tutta l'Italia. Dalle ultime emissioni modellistiche si evince come l'aumeto termico possa interessare prettamente le aree centrali e meridionali della nostra Penisola risparmiando in parte l'estremo nord e le Alpi. Sulle Alpi un aumento termico lo subiranno i settori occidentali, poi in parte la Liguria e dall'Appennino tosco emiliano in giù. Le isoterme, la temperatura ad 850 hPa, cioè 1500 metri circa, potrebbero localmente impennarsi su valori pienamente primaverili e toccare anche i +9/+10°C. Questo, insieme ad aumento della ventilazione, potrebbe determinare aumenti termici netti su molte zone. Inatti, nei versanti esposti ai venti di caduta, come può essere il lato Adriatico, le temperature massime potrebbero toccare punte di +18/+21°C! 

A sinistra alcune mappe del modello Meteo Giuliacci sulle temperature a 1500 metri previste dal giorno 8 al giorno 11 Gennaio


Le mappe delle temperature previste a 1500 metri circa le trovate QUI



Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

20 OTT
Una perturbazione proveniente dall’Est Europa causerà un brusco cambiamento dle tempo e il ritorno a condizioni meteo più autunnali
19 OTT
Tra domenica e lunedì un nucleo di aria fredda proveniente dai Balcani scivolerà sulla nostra Penisola e favorirà un sensibile abbassamento delle temperature
Prime rinfrescate in vista per fine mese
18 OTT
Prima le perturbazioni Atlantiche, poi un probabile netto raffreddamento dal Circolo Polare Artico
20 OTT
#Baleari, #Spagna orientale, #Corsica, #Tunisia, senza dimenticare gli eventi occorsi in #Grecia ed infine la #Sicilia
20 OTT
Situazione critica in provincia di Catania
19 OTT
Il Mediterraneo continua ad essere interessato dal maltempo