In pubblicazione il 2 NOV 2017

Domenica rischio nubifragi al Nord

L'intensa perturbazione in arrivo porterà molte piogge sull'Italia, con il rischio di fenomeni violenti soprattutto nelle regioni settentrionali


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Domenica un'intensa perturbazione atlantica raggiungerà l'Italia dove porterà un marcato peggioramento del tempo, con piogge che bagneranno soprattutto il Nord e le regioni del versante tirrenico. E proprio al Nord è alto il rischio di piogge localmente anche intense, con la possibilità di veri e propri nubifragi. Un rischio che, come confermato anche dalla mappa elaborata grazie ai nostri modelli, è alto soprattutto in Liguria, Piemonte Orientale, Alta Lombardia, Trentino, Alto Adige, Friuli e Alto Veneto: tutte zone su cui nella giornata di domenica potrebbero cadere oltre 50 mm d'acqua. E a questi piogge poi si aggiungerebbero quelle attese per lunedì, quando la perturbazione farà sentire ancora i suoi effetti su molte zone del Paese: in tal modo in alcuni settore del Nord Italia (e in particolare all'estremo Nordest) gli accumuli, in circa 48 ore, potrebbero sfiorare addirittura i 100 mm!


Le piogge arriveranno anche al Sud, ma meno copiose e meno intene: in particolare sulle regioni meridonali pioverà prevalentemente nella gironata di lunedì, mentre domenica qualche piovasco è atteso solo su Campania, Calabria Tirrenica e nord della Sicilia, comuqnue per lo più nell'ultima parte del giorno. E a completare la decisa virata verso un clima più tipicamente autunnale assieme alle piogge abbondanti e a tratti volente al Nord arriveranno anche copiose nevicate, che imbiancheranno tutto l'Arco Alpino e, nella giornata di lunedì, anche ampi settori dell'Appennino Emiliano. La neve inizialmente cadrà solo a quote elevate, ma verso la fine di domenica la quota neve comincerà gradualmente ad abbassarsi e lunedì in diverse aree alpine i fiocchi si spingeranno anche sotto i 1000 metri, mentre sui rilievi emiliani difficilmente scenderanno a quote inferiori ai 1200 metri.  




Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

16 GEN
Secondo le proiezioni del 14/15 gennaio neve certa, ma per quelle odierne neve quasi no
16 GEN
Italia a metà strada tra due lobi opposti. Ecco le sorti a breve.
15 GEN
Italia nel mezzo di...due lobi opposti! Vediamo quando e che effetti avrà su di noi.
15 GEN
Le proiezioni a lungo termine suggeriscono la data per il possibile ritorno della neve sulle regioni settentrionali
19 DIC
Quante volte nel passato
18 DIC
Da dove deriva questo noto detto
18 DIC
Forte scossa di terremoto avvertita nella tarda mattina di oggi in Lombardia, con epicentro nella Bergamasca
13 DIC
Autentica devastazione. Una giornata terribile.