In pubblicazione il 22 GIU 2018

Freddo o caldo in arrivo? Il noto trucco del cacciatore

La risposta in un trucco semplice da mettere in atto da chiunque

Satellite ore 13.00 di venerdì 22 giugno
Satellite ore 13.00 di venerdì 22 giugno
Fonte Immagine: EUMETSAT

 

Chi non se la sente… di approfondire come funziona il trucco vada direttamente alla fine dell’articolo ove è spiegato come metterlo in atto, bagnando semplicemente il vostro indice sulla lingua.

I venti a partire dai primi 100 - 2000 m di quota tendono a deviare un pò verso destra, rispetto al direzione al suolo, questo si accentua man mano che si sale. Un effetto congiunto della crescente velocità con la quota per minore attrito con il suolo, con conseguente crescente deviazione verso destra da parte della forza di Coriolis.

La rotazione cessa, fino a stabilizzarsi, intorno ai 2000 m, ovvero fin dove si avverte l’attrito con il suolo (Planetary Boundary Layer). La rotazione finale verso destra rispetto al suolo è di 30-45 gradi su terraferma, 10-20° sul mare.

I venti in quota, quelli che spostano anche le nuvole, e quelli al suolo, non hanno quasi mai la stesa direzione di provenienza, sostanzialmente per 2 motivi: 

1. imminente arrivo di aria più fredd

In questo caso le nuvole si muovono alla sinistra rispetto ai venti al suolo ovvero in verso antiorario. Tralasciamo il perché, ma vi accenniamo (per chi vuol approfondire) che è legato al concetto di vento termico.

2. imminente arrivo di aria più calda

In questo caso le nuvole vi muovono alla destra rispetto alla direzione di provenienza del venti al suolo ovvero in senso antiorario.


 

Mi domanderete però: se le direzione di spostamento delle nuvole riusciamo a vederla, come stimiamo la direzione del vento al suolo?  

Con il metodo del cacciatore!!!

Si bagna il dito indice in bocca e poi lo si espone verticalmente al vento, lontano da ostacoli. 

La parte superficiale del dito ove avvertirete la sensazione di freddo è quella da cui proviene il vento, tanto che ha fatto evaporare la saliva sul dito, dandovi appunto la sensazione di fresco!

Oggi, venerdì 22 giugno 2018, ad esempio, sulle regioni adriatico il vento è suolo è di Bora ovvero da Nordest, ma le nuvole, se le osservate bene, si spostano sospinte da venti in quota da Nordovest, e quindi il vento salendo dal suolo in quota, ruota in senso antiorario. Ovvero è in arrivo aria fredda.

Immagine: i venti al suolo e in quota alle  ore 12.00 di venerdì 22 giugno. Evidente la rotazione antioraria con la quota e quindi raia fredda in arrivo

Schermata%202018-06-22%20alle%2012_12_11.png



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

17 NOV
Allerta meteo arancione per temporali e vento forte sulla regione Calabria
17 NOV
Si prevedono forti nevicate su vaste aree del sud-est asiatico e parte dell'Europa orientale
17 NOV
Una colata fredda in discesa dall’Artico adeguerà l’assetto per le prime nevicate a quote basse
16 NOV
Piogge e rovesci anche intensi sul basso Adriatico e sulle aree ioniche. Generalmente discreto sulle restanti aree, clima più fresco
18 NOV
Atteso un picco di 120 centimetri
18 NOV
La città nuovamente colpita dal maltempo
17 NOV
Una perturbazione seguita da aria fredda è in evoluzione dall'Egeo verso ovest: oltre 100-150 mm di accumulo
17 NOV
Eravamo abituati a temperature troppo miti per il periodo