In pubblicazione il 16 GIU 2015

Il decennio bollente del Polo Nord

Al Circolo Polare Artico con il nuovo millennio caldo senza precedenti


Fonte Immagine: NOAA

 

L’anno 2012 è passato alla storia per i tanti eventi atmosferici estremi e le numerose anomali climatiche, e fra queste spicca senz’altro il minimo senza precedenti raggiunto dalla Calotta Polare Artica, che proprio nel 2012 si è rimpicciolita come non era mai avvenuto prima.

Un evento che però non è legato solo alle particolari condizioni di quell’anno, ma al contrario ha le sue radici nel cambiamento climatico di medio periodo. A confermarlo sono le analisi dei ricercatori della NOAA i quali, utilizzando i dati rielaborati dal National Centers for Environmental Prediction (NCEP), hanno studiato le anomalie di temperatura della regione artica nel primo decennio del nuovo millennio (in realtà per il periodo che va dal 1 gennaio 2001 al 31 dicembre 2011) rispetto alla media di lungo periodo (periodo 1979-2000).


Ebbene, i risultati sono ben descritti dall’immagine realizzata dagli esperti del Environmental Visulaization Laboratory della NOAA, nella quale le varie tonalità del rosso descrivono temperature medie superiori al normale: praticamente tutto il Circolo Polare Artico ha attraversato un decennio più caldo del normale, in alcune zone (aree oceaniche che lambiscono la Siberia e zone comprese fra Canada Orientale e Groenlandia) anche di 3 gradi al di sopra delle medie dell’ultimo trentennio del XX secolo.  

Insomma, fra le varie cause che hanno contribuito al rapido e intenso scioglimento della banchisa artica c’è senz’altro anche il notevole riscaldamento di questa regione, evidentemente superiore anche all’aumento delle temperature medie a livello planetario (Global Warming)che ha caratterizzato il medesimo periodo.



Fonte Articolo:

ULTIMI ARTICOLI

18 AGO
Nei prossimi giorni caldo in aumento a causa dell'alta pressione dell'Anticiclone Nord Africano, che insisterà soprattutto al Centro e al Sud
17 AGO
L'alta pressione dell'Anticiclone Nord-Africano scatenerà una nuova ondata di caldo, comunque meno intensa della precedente
16 AGO
L'avanzata dell'alta pressione africana porterà in alto le temperature nell'isola, e poi nei giorni successivi anche in altre regioni
15 AGO
Il graduale ritorno dell’alta pressione renderà il tempo stabile, senza far salire eccessivamente le temperature
19 AGO
Clamoroso  insuccesso dei Climatologi
Science
19 AGO
Clamoroso  insuccesso del Climatologi
9 AGO
Rogo a Faenza, ventilazione variabile e la nube di fumo si sposta a Sud Est.
9 AGO
Le correnti dai quadranti nord occidentali sospingeranno la colonna di fumo nero verso sud, sud-est in direzione della costa romagnola