In pubblicazione il 27 LUG 2016

Il mal d’aria in volo: consigli

E’tempo di ferie e sono in molti coloro che per raggiungere l’agognata meta preferiscono o sono costretti ad impiegare l’aereo


Fonte Immagine: Alitalia official

 

Tra costoro,  però,  non sono pochi coloro che soffrono di mal d’aria (nausea, pallore, sbadigli,sudorazione fredda, depressione, apatia, vomito e, talvolta, cefalea, sonnolenza), provocato dai moti irregolari e dalle  variazioni di assetto del velivolo, e che colpisce  soprattutto  i bambini, i neurolabili, gli ansiosi,  chi ha problemi gastro-intestinali.

Il disturbo può essere scatenato  da altri fattori predisponenti  occasionali ( caldo, odori sgradevoli, il fumo delle sigarette). Ecco allora alcuni consigli per evitare il fastidioso disturbo:


  • Non servono a nulla espedienti come zuppe a base di rafano, riso, aringhe rosse e sardine, zuppe di sale ed aceto, zenzero in polvere!;
  • Prima del volo partire  a stomaco  moderatamente pieno, assumendo cibi secchi e facilmente digeribili ( pasta, pane, fette biscottate) ed evitando bevande gassate e alcool;
  • Ci sono numerosi farmaci utili per prevenire il mal d’aria che però vanno assunti  prima di affrontare il volo (4-6 ore prima) e non dopo la comparsa dei sintomi del mal d’aria;
  • Masticare in volo gomme a base di estratto di ginger (1-4 gomme ogni 2-3 ore) fino ad un massimo di 8 gomme in 24 ore;
  • Impiegare il braccialetto anti-nausea, costituito da due bracciali in tessuto elasticizzato con inserito all’interno un bottone di plastica il quale per la sua posizione va a comprimere un punto particolare dell’agopuntura cinese che controlla i sintomi della nausea e  del vomito;
  • Farsi assegnare sull’aereo, se possibile, un posto più vicino possibile all’attacco delle ali alla fusoliera, in modo da avvertire meno possibile i cambiamenti di posizione dell’aereo.

 

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci
Tags: 

ULTIMI ARTICOLI

20 OTT
Una perturbazione proveniente dall’Est Europa causerà un brusco cambiamento dle tempo e il ritorno a condizioni meteo più autunnali
19 OTT
Tra domenica e lunedì un nucleo di aria fredda proveniente dai Balcani scivolerà sulla nostra Penisola e favorirà un sensibile abbassamento delle temperature
Prime rinfrescate in vista per fine mese
18 OTT
Prima le perturbazioni Atlantiche, poi un probabile netto raffreddamento dal Circolo Polare Artico
20 OTT
#Baleari, #Spagna orientale, #Corsica, #Tunisia, senza dimenticare gli eventi occorsi in #Grecia ed infine la #Sicilia
20 OTT
Situazione critica in provincia di Catania
19 OTT
Il Mediterraneo continua ad essere interessato dal maltempo