In pubblicazione il 4 SET 2015

Il tempo previsto tra il 7 e il 20 settembre

Conferme dai modelli odierni: solo temporali pomeridiani, non farà caldo


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

La parentesi temporalesca in atto sull'Italia dovrebbe esaurirsi entro lunedì  7 settembre.

 E poi?

Poi i modelli  elaborati con le medie d'ensemble confermano per il Centronord fino al 14-15 settembre quanto abbiamo scritto  nell''articolo ancora in home page: http://www.meteogiuliacci.it/meteo/articoli/clima/previsioni-la-settimana-dall8-al-15-settembre . Ovvero temperature appena  al di sotto della media e quindi gradevoli,  locali temporali pomeridiani sulle regioni alpine e appenniniche. Insomma una piacevole fase post-estiva al Centronord. Al sud invece è orevisto un forte peggioramento tra mercoledì e venerdì.

 E poi ancora ?


Ebbene le medie d'ensemble  prevedono che  dal 15 al 20 settembre l'Italia sarà sotto la protezione di un'alta pressione centrata sui  Balcani  (fig.1) la quale pertanto dovrebbe impedirà alle perturbazioni atlantiche di raggiunge l'Italia. Al più  le perturbazioni potranno sfiorare le Alpi centro-occiodentali ove pertanto saranno posabili  quasi ogni giorno locali temporali pomeridiani.

 Comunque l'alta pressione  sui Balcani invierà correnti, seppure deboli, aria più fresca verso le regioni meridionali ove pertanto anche qui saranno possibili temporali pomeridiani, ma per lo più sui rilievi con qualche sconfinamento sulle coste tirreniche.

Le temperature saranno ancora gradevoli perché previste nella norma o appena al di sopra della media climatica del periodo (fig.2)



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

Radar meteo alle oltre 19.10 di domenica 21 ottobre (Protezione Civile)
22 OTT
I forti venti dovuti al passaggio di una dry line da Bora
22 OTT
Dopo questo primo cambio di registro, in cui ci sarà un po’ di tempo per respirare, ne arriverà uno più profondo nella giornata di venerdì
satellite alla ore 16.00 di  domenica 21 ottobre
21 OTT
Prudenza, soprattutto su regioni del medio Adriatico e al Sud
22 OTT
In 50 minuti tre scosse di magnitudo oltre il sesto grado
22 OTT
Una fenomenologia sempre più accentuata dal riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica