In pubblicazione il 17 GIU 2016

Milano, weekend a metà tra sole e temporali

Nel capoluogo lombardo condizioni meteo ancora instabili: il fine settimana infatti inizierà con il sole, però poi finirà con numerosi acquazzoni


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Dopo i veri e propri nubifragi di ieri a Milano sembra tornata la calma, anche dal punto di vista meteo. Ma cosa succederà nel fine settimana? Ebbene nei prossimi giorni l’ennesima perturbazione atlantica attraverserà l’Italia con il suo carico di piogge, a tratti anche intense, ma non vi preoccupate: nonostante ciò al Nord nel fine settimana non mancheranno gli sprazzi di tempo estivo.

A Milano in particolare il sabato sarà decisamente bello:  in cielo splenderà il sole, disturbato solo a tratti da un po’ di nuvolosità innocua, e le temperature oscilleranno attorno ai valori tipici del periodo, per cui si farà sentire un po’ di caldo comunque sopportabilissimo. Insomma una giornata ideale da passare all’aperto, a passeggio per le vie cittadine.


Domenica invece tempo più incerto. Il sole litigherà con nubi più numerose e minacciose, e dovrà faticare ritagliarsi un po’ di spazio. I momenti buoni per passare qualche ora fuori di casa non mancheranno, ma il consiglio è quello di portarsi appresso l’ombrello: la serata infatti sarà caratterizzata da acquazzoni intermittenti ma in realtà non si può escludere che già nel pomeriggio sulla città torni a farsi sentire il brontolio dei temporali. Le temperature invece anche domenica rimarranno nel complesso gradevoli per questo periodo, con valori vicini a quelli normali per metà giugno.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

14 DIC
Coinvolte anche le regioni occidentali. Fenomeno probabile su Piemonte, Lombardia, Emilia e Veneto
14 DIC
I modelli continuano a mettere ma poi a togliere la neve in pianura
13 DIC
Ultime novità dai modelli. Prevista neve su Emilia Romagna, Veneto e Lombardia
13 DIC
Aria fredda sul centro nord in contrasto con quella umida in arrivo con le perturbazioni Atlantiche
12 DIC
Valori molto bassi anche sull'Appennino centrale
9 DIC
Netta differenza termica, ecco perchè