In pubblicazione il 21 APR 2016

Nevicate nell'imminente ponte festivo

Non solo sulle Alpi ma anche sull'Appennino centro-settentrionale. Ecco dove e quando... Ampio commento. 6 mappe


Fonte Immagine: quantum7

 

Domani arriverà sull'Italia l'avanguardia della perturbazione collegata al ciclone atlantico ROSVITHA (mappa) e che sabato 23 darà avvio ad una fase di tempo molto perturbato su tutta l'Italia e, tra l'altro, anche nevicate su gran parte delle Alpi più settentrionali oltre 1600-1800m con accumuli tra 10 e 15 cm (mappa).

Ma tra sabato 23 e domenica 24 il ciclone ROSVITHA si sincronizzerà con il ciclone STEFANIE, centrato sulla Russia , generando  una unica saccatura (area di bassa pressione) estesa dal Baltico verso i Balcani. Si verrà così a creare, entro domenica, un corridoio di aria fredda direttamente dalla Scandinavia verso i Balcani (mappa).


Lungo tale corsia…preferenziale verrà convogliata aria alquanto fredda che all'inizio di lunedì 25 traverserà dai Balcani verso l'Adriatico con freddi venti di Bora (mappa), portando un calo  delle temperature massime tra 4 e 6 gradi su gran parte d'Italia (mappa), calo che sia aggiungerà a quello già previsto per sabato 23 e domenica 24 aprile.

Per effetto del sollevamento forzato sul versante adriatico dell'Appennino, lunedì 25 sono previste nevicate su Emilia, Romagna, Abruzzo e Molise fino a quote intorno 700-800m (mappa) con accumuli tra 10 e 20 cm.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

l secondo freddo alle ore 22.00 del 19 novembre
18 NOV
Ecco dove e quando. Aggiornamento di sabato mattina
18 NOV
Un’area depressionaria, in arrivo sul Mediterraneo occidentale attiverà temporali e venti di burrasca in arrivo sulle regioni centro-meridionali
17 NOV
Allerta meteo arancione per temporali e vento forte sulla regione Calabria
18 NOV
Scossa di magnitudo 4.0 in una zona nota
18 NOV
Atteso un picco di 120 centimetri
18 NOV
La città nuovamente colpita dal maltempo
17 NOV
Una perturbazione seguita da aria fredda è in evoluzione dall'Egeo verso ovest: oltre 100-150 mm di accumulo