In pubblicazione il 3 LUG 2015

Ondata di caldo: probabile durata record

Le proiezioni odierne dei modelli confermano che l'ondata di caldo potrebbe durare fino a tutta la seconda decade di luglio e forse oltre…


Fonte Immagine: pixbay.com

 

Viene anche oggi confermato che l'anticiclone Nord africano insisterà sull'Italia probabilmente fino a metà luglio,anche se la calura massima si avvertirà tra il 6 e il 9 luglio perché poi l'anticiclone verrà indebolito intorno al 10-12 di luglio dal passaggio di una perturbazione atlantica diretta verso i Balcani e che in parte sfocerà, con rovesci  e temporali, anche sulle regioni adriatiche.

Dopo la metà di luglio però l'anticiclone Nord africano verrà sostituito dal più mite anticiclone delle Azzorre, il  quale però da una parte sembra che possa resistere sulla penisola per tutto il resto del mese e, dall'altra, è probabile che possa essere caratterizzato sull'Italia da pressioni al di sopra della media.

Insomma un robusto anticiclone delle Azzorre per quasi tutta la seconda metà del mese. Ma questo comporterebbe che anche le temperature, pur non raggiungendo valori roventi, si possano mantenere su valori di sopra della media, soprattutto sul Nord Italia (fig.1). Insomma dovrebbe proseguire, seppure in forma moderata,  l'ondata di caldo appena iniziata


Fig.1 - anomalia di temperatura prevista a 850 hPa intorno al 18 luglio         

E qui veniamo al dunque: se l'ondata di caldo dovesse proseguire fino al 25 di luglio e/o oltre verrebbe allora battuto il record di durata per una ondata di caldo in luglio e fino ora detenuto dall'ondata di caldo tra il 2 e il 25 luglio del 2010.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

14 DIC
Coinvolte anche le regioni occidentali. Fenomeno probabile su Piemonte, Lombardia, Emilia e Veneto
14 DIC
I modelli continuano a mettere ma poi a togliere la neve in pianura
13 DIC
Ultime novità dai modelli. Prevista neve su Emilia Romagna, Veneto e Lombardia
13 DIC
Aria fredda sul centro nord in contrasto con quella umida in arrivo con le perturbazioni Atlantiche
12 DIC
Valori molto bassi anche sull'Appennino centrale
9 DIC
Netta differenza termica, ecco perchè
7 DIC
Le temperature massime registrate oggi nella nostra Penisola
7 DIC
In Emilia Romagna divieto ai veicoli diesel in tutte le città