In pubblicazione il 24 LUG 2015

Peggioramento in atto: attesi frequenti annuvolamenti e temporali

Fenomeni che introdurranno una notevole crisi temporalesca. Attenzione alle possibili grandinate, colpi di vento, e locali trombe d'aria


Fonte Immagine: Andrea Tura

 

Nord

Tempo: quadro meteorologico sensibilmente variabile già dalle prime ore, con nubi irregolari e qualche piovasco nella Lombardia occidentale, Trentino Alto Adige e Liguria. Escalation temporalesca nel pomeriggio con fenomeni in sviluppo sui rilievi ed in successiva estensione in sertaa alle pianure centro-orientali; più ai margini l’Emilia-Romagna.
Temperatura: in sensibile calo, massime tra 30 e 35°C.

 

Centro


Tempo: giornata già dal mattino variabile, con locali fenomeni sulla Toscana in particolare sulle aree settentrionali. Ancora ampi spazi sereni sulle restanti zone, ma con nubi in netto aumento con il passare delle ore, associate ad attività temporalesca sparsa, in possibile estensione alle linee di costa di Abruzzo e Marche.
Temperatura: in flessione, massime comprese tra 30 e 34°C.

 

Sud

Tempo: l'alta pressione ruscirà a garantirà una prima parte di giornata tutto sommato stabile, ma con locali annuvolamenti nelle aree interne penisulari, ove non saranno del tutto esclusi dei fenomeni. Nelle ore pomeridiane arriverà un pò di instabilità ad evoluzione diurna lungo la dorsale, ma in successiva e locale estensione alle zone costiere.
Temperatura: nel complesso stabili, massime comprese tra 29 e 35°C.


Fonte Articolo: Andrea Tura

ULTIMI ARTICOLI

l secondo freddo alle ore 22.00 del 19 novembre
18 NOV
Ecco dove e quando. Aggiornamento di sabato mattina
18 NOV
Un’area depressionaria, in arrivo sul Mediterraneo occidentale attiverà temporali e venti di burrasca in arrivo sulle regioni centro-meridionali
17 NOV
Allerta meteo arancione per temporali e vento forte sulla regione Calabria
18 NOV
Scossa di magnitudo 4.0 in una zona nota
18 NOV
Atteso un picco di 120 centimetri
18 NOV
La città nuovamente colpita dal maltempo
17 NOV
Una perturbazione seguita da aria fredda è in evoluzione dall'Egeo verso ovest: oltre 100-150 mm di accumulo