In pubblicazione il 19 APR 2016

Ponte del 25 Aprile con Freddo e Neve in Europa!

Uno sbalzo termico notevole in poche ore


Fonte Immagine: web

 

Da un estremo all'altro. D'altronde la Primavera in Europa è fatta di sbalzi termici notevoli e così sara' nei prossimi giorni. Dopo una prima parte di Aprile mite con molte giornate di bel tempo l'Europa passerà da valori tardo primaverili/estivi al pieno inverno.

Infatti correnti artiche invaderanno l'Europa centrale nei prossimi giorni per raggiungere l'apice del freddo proprio nel ponte del 25 Aprile.
Il calo sarà drastico: alla quota di 850 hPa si passerà dall'isoterma +8°C di giovedì sera tra Francia orientale, Belgio e Germania occidentale all'isoterma -4°C, con punte di -8°C ( sempre a circa 1500 metri) su Gran Bretagna e coste del mare del Nord. Un crollo termico che riporterà venti gelidi, pioggia ma anche la neve a quote collinari con fiocchi che localmente non saranno da escludere in pianura. Se siete diretti verso il cuore dell'Europa per il ponte del 25 Aprile siete avvertiti: abiti pesanti necessari!




Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

17 AGO
L'alta pressione dell'Anticiclone Nord-Africano scatenerà una nuova ondata di caldo, comunque meno intensa della precedente
16 AGO
L'avanzata dell'alta pressione africana porterà in alto le temperature nell'isola, e poi nei giorni successivi anche in altre regioni
15 AGO
Il graduale ritorno dell’alta pressione renderà il tempo stabile, senza far salire eccessivamente le temperature
Correnti a 5500m fino al 17 agosto
14 AGO
Meteo 14-22 agosto.  Inizia il fresco atlantico ma poi di nuovo il caldo. Alla fine torna l'Atlantico
9 AGO
Rogo a Faenza, ventilazione variabile e la nube di fumo si sposta a Sud Est.
9 AGO
Le correnti dai quadranti nord occidentali sospingeranno la colonna di fumo nero verso sud, sud-est in direzione della costa romagnola
9 AGO
Visibile da decine di chilometri la colonna di fumo nero. Fiamme dall’una di questa notte
8 AGO
In alcune zone del Pianeta i temporali sono particolarmente numerosi e i fulmini cadono molto più numerosi che altrove