In pubblicazione il 22 MAG 2016

Temperature in aumento in questa domenica con punte di +28/+30°C: ecco dove

Vediamo le aree più calde di questo pomeriggio


Fonte Immagine: Firenze

 

L'alta pressione continuerà ad interessare la nostra Penisola nella giornata di oggi anche se dal tardo pomeriggio i primi disturbi inizieranno ad interessare il Nord Ovest. Con il sole anche le temperature subiranno un rialzo generale e raggiungeranno i primi picchi alti anche al centro nord. Al Nord, infatti, nella Pianura Padana potremmo assistere a valori pomeridiani spesso compresi tra +24°C e +26°C ma con punte di +27/+28°C tra bassa Lombardia ed Emilia, localmente qualche punta più alta non sarà da escludere. Al Centro Italia le zone più calde saranno quelle della pianura toscana fiorentina e zone adiacenti e la pianura laziale di Roma a vedere punte fino a +27/+28°C, valori quasi uguali anche su alcune aree interne dell'Umbria. Al Sud italia, invece, la pianura del foggiano, quella della Basilicata e Calabria centrale potrebbero vedere picchi massimi fino a +27/+28°C. Sicilia e Sardegna, nelle zone orientali nella prima ed in quelle centrali nella seconda, saranno le regioni più calde dove potrebbero localmente raggiungersi i +30°C.


Nella mappa sotto potete osservare le temperature previste a metà pomeriggio al suolo: le mappe in questione le trovate QUI



Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

20 OTT
Una perturbazione proveniente dall’Est Europa causerà un brusco cambiamento dle tempo e il ritorno a condizioni meteo più autunnali
19 OTT
Tra domenica e lunedì un nucleo di aria fredda proveniente dai Balcani scivolerà sulla nostra Penisola e favorirà un sensibile abbassamento delle temperature
Prime rinfrescate in vista per fine mese
18 OTT
Prima le perturbazioni Atlantiche, poi un probabile netto raffreddamento dal Circolo Polare Artico
20 OTT
#Baleari, #Spagna orientale, #Corsica, #Tunisia, senza dimenticare gli eventi occorsi in #Grecia ed infine la #Sicilia
20 OTT
Situazione critica in provincia di Catania
19 OTT
Il Mediterraneo continua ad essere interessato dal maltempo