In pubblicazione il 8 SET 2015

Un uragano sul Sud Italia

Nelle prossime ore sui nostri mari meridionali potrebbe formarsi un TLC, ovvero una tempesta dalle caratteristiche simili a un vero e proprio uragano


Fonte Immagine: EUMETSAT

 

Gli ingredienti necessari ci sono tutti, e nelle prossime ore al di sopra delle caldissime acque dei mari che bagnano il Sud Italia (temperature superficiali attorno a 28-30°C) si potrebbe davvero formare una violenta tempesta con caratteristiche (almeno in parte) tipicamente tropicali: insomma un TLC (Tropical Like Cyclone, letteralmente “quasi un ciclone tropicale”). 

I TLC più intensi, che nel Mediterraneo sono anche noti come Medicane, dall’unione dei termini Mediterranean e Hurricane (cioè “uragano”), sono tempeste solitamente molto violente, accompagnate da piogge torrenziali e venti assai forti, a forza uragano (oltre 118 km/h). Oggi a fare le spese dell'intensa depressione saranno soprattutto la Calabria e la Sicilia, dove il rischio di piogge torrenziali e violente raffiche di vento è maggiore che in altre regioni. 


Nel Mediterraneo i TLC, benché siano piuttosto rari, non sono comunque un evento eccezionale, e nelle annate in cui in autunno le acque del mare sono più calde, come avvenuto ad esempio nel 1996 e nel 2005, se ne può formare anche più d’uno nel corso della medesima stagione.

La frequenza con cui si formano questi fenomeni estremi è in preoccupante aumento e il TLC più violento degli ultimi anni è probabilmente quello che a novembre del 2011 (vedi la foto) ha attraversato il Mediterraneo Occidentale scatenando tra l’altro venti a oltre 140 km/h sulla Costa Azzurra.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

26 MAG
Ancora una fase molto instabile con piogge e temporali. Possibile cambi di registro nei primi giorni di giugno
26 MAG
Allerta gialla in 13 regioni: come previsto è arrivata una circolazione depressionaria ora posizionata tra Sicilia e Sardegna
26 MAG
Ma Monsoni in ritardo per un'anomalia presente in maggio nelle acque del Golfo di Guinea 
23 MAG
Ancora molti temporali, anche di forte intensità
22 MAG
Sisma avvertito tra piacentino e parmense
22 MAG
Imponente frana a causa delle continue precipitazioni