In pubblicazione il 4 AGO 2016

Venerdì attenzione alla grandine

I temporali che si formeranno al Centronord potrebbero essere anche intensi, accompagnati da piogge violente e grandine


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

La perturbazione destinata a influenzare il tempo del fine settimana si sta rapidamente avvicinando all’Italia e nelle prossime ore al Nord avvertiremo i primi segnali del cambiamento, anche se è soprattutto nella notte che lampi e fulmini bersaglieranno le regioni settentrionali (in particolare il Nordovest) annunciando il brusco cambiamento del tempo atteso nell’ultima parte della settimana.


Un cambiamento che, attenzione, potrebbe portare numerosi fenomeni meteo intensi, con il rischio di grandinate e veri e propri nubifragi. Il contrasto tra le fresche correnti atlantiche e l’aria calda e umida che ristagna sull’Italia infatti darà la spinta per la formazione di intense nubi temporalesche, e alcune zone rischiano sicuramente più di altre.


Come mostra la mappa ottenuta dalle elaborazioni del nostro modello fisico-matematico in particolare sono molte le zone del Centronord in cui nella parte centrale di domani non si può escludere il pericolo grandine: tutte le zone colorate infatti indicano aree in cui è presente tale rischio, e mentre il colore verde descrive una probabilità (e quindi un rischio) relativamente basso, il colore giallo dà l’avviso di una probabilità media e quello arancione addirittura di un rischio alto (e quindi molto probabile) di grandine. Insomma, le zone che domani dovranno prestare maggior attenzione al pericolo di piogge violente, grandine e forti raffiche di vento sono le pianure del Nord, il Levante Ligure e la Toscana.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

11 AGO
Scopriamo insieme come si presenterà il tempo meteorologico sul nostro paese durante il fine settimana che precederà Ferragosto
9 AGO
La festa dei vacanzieri per eccellenza ha un tempo sempre più delineato
7 AGO
Le temperature e i temporali giorno per giorno fino 16 agosto
7 AGO
La siccità del 2022 potrebbe essere solo una delle prime che in futuro vedrà il Mare Nostrum: vi mostriamo una ricerca scientifica
16 LUG
In questi giorni temperature particolarmente alte osservate in molte regioni dell’Emisfero Nord
16 LUG
Era il 16 Luglio 2016, invece oggi...
5 LUG
Sono Emilia Romagna, Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia