In pubblicazione il 10 LUG 2017

Il cielo di luglio: dominato dalla scia luminosa della Via Lattea

L'area di cielo visibile ad est è sicuramente la più interessante perché lì è possibile osservare la Via lattea


Fonte Immagine: NASA

 

La Via Lattea attraversa il cielo da nord-est a sud, attraversata a sua volta da una banda scura longitudinale, la fenditura del Cigno; proprio nella costellazione del Cigno si trova la parte più intensa della Via Lattea dell'emisfero boreale: è compresa tra le stelle Sadr e Albireo, che formano l'asse inferiore di quello che viene chiamato asterismo della Croce del Nord; con un semplice binocolo si possono osservare ricchissimi campi stellari, con varie associazioni di astri minuti e spesso dai colori contrastanti.

L'asterismo del Triangolo estivo è un punto di riferimento irrinunciabile per reperire le principali costellazioni: il vertice più settentrionale Deneb (la stella meno luminosa delle tre) domina la costellazione del Cigno, Vega, la più brillante, quella della Lira; la più meridionale, Altair, è l'astro principale della costellazione dell'Aquila.

Fig.1 - Il Triangolo estivo e una porzione brillante della Via Lattea.

La Via Lattea prosegue verso sud, dove si trova il rigonfiamento che indica il centro galattico; qua, compresi tra la brillante costellazione dello Scorpione e del Sagittario, si concentra un gran numero di ammassi globulari, alcuni dei quali, come M22, visibili anche con un binocolo.

A nord prevale sempre l'asterismo del Grande Carro, le cui stelle di coda possono essere usate, scendendo a sud, per reperire Arturo, la stella rossa della costellazione del Boote, e Spica, nella Vergine. Poco a sud del Grande Carro, verso ovest, si mostra la Chioma di piccole stelle che ha dato il nome alla costellazione della Chioma di Berenice; entro i suoi confini si osservano numerose galassie con un piccolo telescopio amatoriale.

Ad ovest, il Leone è tramontato, e si mostra ancora sopra l'orizzonte la stella Spica, della costellazione della Vergine; pure Arturo è visibile ad ovest, sempre più bassa sull'orizzonte.

Tab.1- ora del sorgere e tramonto del sole e della luna

Fonte Articolo: Wikipedia

ULTIMI ARTICOLI

Satellite ore 13.00 di venerdì 22 giugno
22 GIU
La risposta in un trucco semplice da mettere in atto da chiunque
Alta pressione sull'Europa centrale: bel tempo anche sull'Italia
22 GIU
Caldo in arrivo con valori massimi fino a 35°C. Le Alpi soffriranno ancora con insidie instabili
22 GIU
Nuvolosità, piogge, temporali, temperature, venti
Le precipitazioni previste fino alle ore 00 di domenica
21 GIU
Aria fredda ed instabile in discesa dai quadranti nord orientali porterà temporali ed un sensibile calo delle temperature
23 GIU
Tantissima pioggia in poche decine di minuti
22 GIU
Una grossa palla di fuoco, si pensa ad una meteora o ad un bolide, cade sulla Russia occidentale