In pubblicazione il 21 DIC 2017

Inverno: stagione più fredda perché la terra è più lontana dal sole? No!

In realtà l'inverno è la stagione in cui la terra è più vicina al sole. Ma allora perché non si surriscalda di più che in estate?


Fonte Immagine: pininterest.com

 

Bel grattacapo, vero! Partiamo da lontano. La terra gira intorno al Sole (rivoluzione!) lungo un orbita ellittica all'interno della quale il sole non sta al Centro dell'ellisse, ma lateralmente su uno dei 2 "fuochi" dell'ellisse

Fig.1- Orbita della terra intorno al  sole

Dalla medesima figura si deduce che in effetti l'inverno cade proprio quando la terra è più vicina al sole mentre paradossalmente l'estate cade quando la terra è più lontana dal sole. Come possibile?

Ora dobbiamo ricordare che l'asse di rotazione della terra (retta diretta Polo Sud verso polo Nord ) non è una linea ideale perpendicolare al piano ove giace l'orbita della terra, altrimenti non vi sarebbero le stagioni. In effetti l'asse della terra è inclinato di circa 23° rispetto al piano dell'orbita. Cosa ciò  comporta?

Ebbene il 21 dicembre il sole, nel suo moto apparente di rotazione in 24 ore intono alla terra, il 21 dicembre si trova spostato  nell'emisfero Sud alla distanza massima dell'equatore (parallelo Tropico del Capricorno). Ma poi, sempre il dal 22 dicembre inverte..senso di marcirci ( ma per questo motivo per un attimo si deve fermare ovvero, in latino, "sol stat" da cui la voce solstizio) e ritorna indietro verso l'equatore che raggiungerà il 21/22 marzo e poi seguiterà  salire verso l'emisfero Nord fino a raggiungere la  massima distanza dall''equatore il 21 giugno  poi ritornate all'equatore il 22 settembre.

Fig.1 - Posizione della terra rispetto al sole nelle varie stagioni

Ma il 21 dicembre, stante l'inclinazione dell'asse terrestre, i raggi solari cadono perpendicolarmente al tropico del Cancro, un po' obliqui al''equatore e piuttosto obliqui all'emisfero Nord, specie alle alte latitudini Polo Nord per 3 mesi quasi al  buio)

Fig.2 - Raggi  solari  rispetto alla terra il 21 dicembre

Ma i raggi obliqui, a partita di intensità, sono costretti a riscaldare una superficie terrestre maggiore che se fossero perpendicolari e quindi il calore solare viene distribuito su una superficie più estesa.

Insomma con raggi obliqui la quantità di calore che arriva su un metro quadrato di superficie è minore che nel caso di raggi perpendicolari.

Fig.3 - La stessa dose di radiazione  solare riscalda una superficie maggiore via via che i raggi arrivano più obliqui

Ecco perché l'inverno è la stagione più fredda

 

Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

18 GIU
La prima potente espansione dell’Anticiclone Nord-Africano sull’Europa Centro-orientale porterà temperature elevate soprattutto al Centrosud
15 GIU
Nubi, piogge, temporali, temperature, venti. Anche meteo spiagge
18 GIU
Il primo squillo di tromba dell’estate più rovente di sempre arrivò già nelle prime settimane di giugno, con un’ondata di caldo eccezionale per il periodo
15 GIU
Caduti fino a 70 mm di pioggia
Satellite meteo ore 12.00
15 GIU
In ulteriore aumento nel pomeriggio e anche forti. Ecco dove
14 GIU
Deiezioni umane sparse da un autentico gabinetto volante, tutto questo negli USA