In pubblicazione il 19 MAR 2016

La nube di Oort, la fabbrica delle comete, circonda il nostro sistema solare

Perché non possiamo vederla?


Fonte Immagine: Jon Lomberg / SPL

 

Si tratta di una sfera gigante di un trilione di rocce che ci circonda  e che manda di tanto in tanto le comete verso di noi.  La nuvola sferica di un trilione di grumi di roccia e ghiaccio è presente  lungo il perimetro più esterno del nostro sistema solare . Il bordo più  lontano del la nube di Oort potrebbe essere circa 100.000 volte più lontano dal Sole di quanto non lo sia rispetto alla Terra

Là fuori, l'attrazione gravitazionale di altre stelle e anche della Via Lattea supera quella del sole. Queste influenze a volte può costringere qualche oggetto della  nube di Oort di uscire fuori rotta e di puntare nella nostra direzione, diventando ciò che conosciamo come una cometa. Infatti, la presenza certa di comete di "lungo periodo" - corpi che passano meno di una volta ogni 200 anni - è l'unica prova che abbiamo per l'esistenza di nube di Oort.

La nube di Oort potrebbe anche essere composta di  due parti. Nel 2003, Mike Brown del California Institute of Technology di Pasadena e i suoi colleghi, hanno osservato un pianeta nano, soprannominato Sedna ,  che si muoveva su un'orbita molto ellittica di circa 1000 volte la distanza Terra-Sole.  Questo ha dato credibilità all'idea che entro il guscio esterno sferica della nuvola si trova un disco di oggetti nel piano del nostro sistema solare, noto anche come la nuvola Hills.


 

.



Fonte Articolo: www.newscientist.com

ULTIMI ARTICOLI

14 DIC
Coinvolte anche le regioni occidentali. Fenomeno probabile su Piemonte, Lombardia, Emilia e Veneto
14 DIC
I modelli continuano a mettere ma poi a togliere la neve in pianura
13 DIC
Ultime novità dai modelli. Prevista neve su Emilia Romagna, Veneto e Lombardia
13 DIC
Aria fredda sul centro nord in contrasto con quella umida in arrivo con le perturbazioni Atlantiche
12 DIC
Valori molto bassi anche sull'Appennino centrale
9 DIC
Netta differenza termica, ecco perchè