In pubblicazione il 28 MAR 2016

L'attività solare è in fase.... "la Niña"

Perché il sole è così tranquillo ultimamente?


Fonte Immagine: NASA

 

L'attività del sole non viene misurata sulla basse di quanta energia calorica invia  nello spazio la nostra stella quanto piuttosto sul numero di macchie solari  (SunSpot Number = SSN) presenti sulla superficie della nostra stella. Tale numero, come noto, varia nel corso di 11 anni circa, tra un valore massimo (in media 150, ma, nel ciclo attuale, appena 70, il valore più basso degli ultimi 100 anni) e un valore minimo prossimo a zero.

Quando il sole è in fase di minima attività solare - come lo l'attuale ciclo, il n.24 dal 1700 ad oggi - Seconda immagine) gli astronomi  sono soliti indicate tale stato di quite del sole come "Solar la Niña" , mentre quando il sole è al massimo dell'attività (l'attuale ciclo 24 ha avuto il Max nel 2014) tale stato viene indicato come "Solar El Niño" (terza immagine - fonte: GUHATHAKURTA AND PHILLIPS: THE SOLAR CYCLE TURNED SIDEWAYS) . Un simpatico paragone per segnalare la forte irrequietezza del sole (vento solare, tempeste geomagnetiche, aurore boreali, massimo bombardamento di raggi ultravioletti) quando è in fase di Niño, e la sua aria "bonacciona" quando è in fase di Niña.

in effetti  negli ultimi due anni, il numero delle macchie solari è calata perché si è passati dalla  fase Solar Max alla fase  Solar min. Meno macchie solari significa che ci sono meno brillamenti solari o flares (responsabili di forti flussi di raggi ultravioletti)  e, meno frequentemente, delle temibili espulsioni di massa coronale (CME), reponsabili di forte tempeste geomagnetiche..  Quando le esplosioni diminuiscono, diciamo che  il sole è  "tranquillo".

Ma oggi non si è più così sicuri  che la fase di "Solar la Niña" sia senza pericoli per la terra. Infatti  si è scoperto il Solar Minimum porta molti cambiamenti interessanti.  Per esempio, l'atmosfera superiore della Terra si restringe, consentendo alla spazzatura spaziale di accumularsi intorno al nostro pianeta. L'eliosfera (la regione limite  dello spazio fin dove si spinge  l'influenza del sole) si restringe, portando lo spazio interstellare più vicino alla Terra. E soprattutto i  pericoli raggi cosmici galattici riescono a penetrare con più facilità  nel sistema solare interno.  In effetti, un aumento dei raggi cosmici è già in corso. 


 

 

 

 



Fonte Articolo: http://spaceweather.com/
Tags: 

ULTIMI ARTICOLI

10 DIC
Evento molto credibile, oggi i modelli - americano ed europeo - sono allineati sulle medesima tendenza
9 DIC
Venti fino a 160-180 chilometri orari sulle montagne di Sardegna e Corsica. Attenzione anche al Val Padana
7 DIC
Dalla serata, una veloce depressione di origine atlantica porterà un peggioramento sulla Liguria e alta Toscana. Mareggiate lungo le coste esposte
9 DIC
Netta differenza termica, ecco perchè
7 DIC
Le temperature massime registrate oggi nella nostra Penisola
7 DIC
In Emilia Romagna divieto ai veicoli diesel in tutte le città