In pubblicazione il 10 DIC 2018

Le comete viste come foriere di sventura

La storia della cometa di Halley, la più famosa


Fonte Immagine: Wikipedia

 

 Per molte culture antiche, apparizione di una cometa nel cielo era visto come un precursore di distruzione, di malattia e di cattive notizie per il popolo della regione. Ad esempio, una cometa con quattro code significava che stava per arrivare una grande disgrazia.

Le comete di solito prendono il nome di che le ha scoperte. Ma non è così per la cometa più famosa, quella di Halley, che appare nel cielo notturno circa una volta ogni 75 o 76 anni. L’ultimo passaggio nel febbraio 1986, il prossimo nel 2061.


Non fu Edmund Halley a scoprirla ma a lui va il merito invece di avere fatto per la prima volta un minuzioso studio per prevedere le orbite delle comete intorno al sole e quindi per stabilire anche il loro tempo di ritorno. 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

16 GEN
Correnti Atlantiche tornano progressivamente a fluire sul Mediterraneo
Correnti a 5500m tra il 20 e il 23 gennaio
15 GEN
Le proiezioni odierne confermano la nostre ripetute previsioni al riguardo
14 GEN
L'alta pressione delle Azzorre prenderà il comando della Penisola. Solo una breve parentesi (per il Centro Sud)
14 GEN
Ulteriore rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali, anche sui settori adriatici meridionali e lungo i restanti settori ionici
15 GEN
Forte scossa di terremoto avvertita dalla popolazione. Gente in strada su tutta la costa Romagnola
Raffiche di vento in km/ora il 14 gennaio
14 GEN
E' giunto il Foehn in Val Padana