In pubblicazione il 8 DIC 2018

Pioggia di meteoriti Geminidi dal 5 al 15 dicembre 2018. La migliore e spettacolare di sempre

Una pioggia di meteoriti dell’anno, conosciute con il nome di Geminidi. Un emozionante spettacolo pirotecnico che arriverà in queste sere


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Le Geminidi sono di gran lunga la migliore pioggia annuale di meteoriti. Un gran numero di meteore luminose e colorate, simili a palle di fuoco, arricchiranno i cieli di queste notti fino al 15 dicembre. Oltre ad essere una pioggia di meteoriti insolitamente forte e impressionante, è anche uno spettacolo davvero da non perdere.

Come nascono le Geminidi

Le Geminidi sono - oltre ad essere una fitta pioggia meteorica annuale - dei fenomeni meteorici più strani. Mentre la maggior parte delle piogge di meteoriti proviene da comete, agglomerati di polvere e ghiaccio che orbita attorno al Sole con un’ellisse molto allungata, i Geminidi provengono invece da un asteroide. Il corpo padre da cui provengono tutti i frammenti che bruciano successivamente nella nostra atmosfera è l’asteroide (3200) Phaethon.

Il Phaethon è una roccia spaziale relativamente piccola: ha un diametro di circa 5,8 km, orbita intorno al Sole in un'orbita ellittica molto allungata che la porta ad attraversare le parti più interne della cintura degli asteroidi fino all'orbita di Mercurio, nella sua posizione più vicina alla nostra stella. 

È anche catalogato come asteroide potenzialmente pericoloso, in quanto può arrivare fino a 2,9 milioni di km dalla Terra (per intenderci la distanza tra Terra-Luna è 7,6), ma teniamo a sottolineare anche al momento non pone alcuna minaccia per il nostro pianeta, ma potrebbe potenzialmente in futuro.

La maggiori parte dei meteoriti che conosciamo - le particelle che producono le meteore - provengono dalle comete. Sono liberati dal nucleo della cometa nella fase di degassamento che ha inizio quando si avvicina al Sole e si scalda notevolmente.  Un asteroide non contiene quantità di ghiaccio tali da produrre esplosioni gassose mentre si avvicina al Sole, quindi il meccanismo con cui i meteoroidi Geminidi vengono rilasciati dall'asteroide Phaethon è ancora tutt’ora un mistero. 

Le osservazioni hanno comunque dimostrato che nella fase più vicina alla stella possono sviluppare effetti cometari, generando frammenti direttamente dalla crosta dell'asteroide. In effetti la superficie dell'asteroide si riscalda fino a 700 °C, temperature che vanno a produrre uno stress termico sulla roccia della superficie dell’asteroide, con una conseguente rottura dei minerali argillosi.  Questo materiale viene quindi sospinto dai venti solari fin verso il nostro pianeta.

Ecco un'altra area in cui i Geminidi eccellono

A differenza della maggior parte delle più tipiche piogge di meteoriti, le Geminidi possono essere viste bene già nelle ore serali, ma il vero spettacolo sarà comunque apprezzabile per tutta la notte. La visibilità della pioggia di meteoriti e il numero di meteore sono strettamente legate alla posizione della costellazione dei Gemelli nel cielo. 

Tutti i Geminidi sembreranno provenire da un punto nel cielo della costellazione dei Gemelli. Potrebbe sembrare errata come informazione, ma anche se il fenomeno viene notato in qualche altra altra parte del cielo, se si traccia una linea del percorso effettuato dalle Geminidi, si arriverà comunque sempre nella costellazione dei Gemelli. Questo punto nel cielo è chiamato il radiante. Più alto è il radiante nel cielo, più meteore appariranno. 


Abbiamo accennato che il fenomeno sarà visibile anche nelle prime ore della sera, ma in questa fase il radiante è basso nel cielo, per cui aspettando qualche ora questo si alzerà toccando il picco massimo tra la mezzanotte e le prime ore del mattino, regalando naturalmente il massimo spettacolo. 

L'attività andrà quindi a diminuire verso l'alba mentre il radiante scende nel cielo verso occidente, ma sarà il momento migliore per vedere questo fenomeno, perché le Geminidi verranno anche illuminate dal riflesso del sole che sorge.

Le prime Geminidi sono apparse nel cielo il 4 dicembre, ma la pioggia più cospicua inizierà attorno al 10 dicembre

In questa serata dovresti essere in grado di vedere circa 10 Geminidi all'ora durante la notte, quindi tra il 10/11 dicembre, 20 Geminidi all’ora tra il 11/12 dicembre, 30 Geminidi per ora tra il 12 13 dicembre

Il picco delle Geminidi è previsto per il 14 dicembre, quando dovresti essere in grado di vedere 80 o più meteore all'ora tra il 13 ed il 15 dicembre. 

Naturalmente per vedere una quantità tale di Geminidi si presume che tu sia sotto un cielo chiaro, buio, lontano dall'inquinamento luminoso, intorno alla mezzanotte locale, quando il radiante è alto nel cielo. Nelle notti più proficue la Luna tramonta intorno alle 23:00 ora locale, lasciando più della metà della notte buia. 

Nei giorni successivi l'attività delle Geminidi diminuirà rapidamente, e il fenomeno non sarà più visibile in cielo dopo il 17 dicembre.

Per vedere le Geminidi non sarà necessario un telescopio o un binocolo, il fenomeno sarà ben visibile ad occhi nudi. Ricordati di vestirti in modo appropriato! Ci sono alte probabilità di avere una notte gelida.



Fonte Articolo: Andrea Tura

ULTIMI ARTICOLI

16 GEN
Correnti Atlantiche tornano progressivamente a fluire sul Mediterraneo
Correnti a 5500m tra il 20 e il 23 gennaio
15 GEN
Le proiezioni odierne confermano la nostre ripetute previsioni al riguardo
14 GEN
L'alta pressione delle Azzorre prenderà il comando della Penisola. Solo una breve parentesi (per il Centro Sud)
14 GEN
Ulteriore rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali, anche sui settori adriatici meridionali e lungo i restanti settori ionici
15 GEN
Forte scossa di terremoto avvertita dalla popolazione. Gente in strada su tutta la costa Romagnola
Raffiche di vento in km/ora il 14 gennaio
14 GEN
E' giunto il Foehn in Val Padana