In pubblicazione il 9 GIU 2016

Una impressionante e spettacolare esplosione solare

Video della eruzione massiva del 7 giugno 2011 una delle più potenti mai rilevate dai satellite SOHO


Fonte Immagine: NASA

 

La tempesta solare  raggiunse il suo picco a 0641 GMT,  ma il bagliore reale durò per un periodo di tre ore, ha detto C. Alex Young, un astrofisico solare al Goddard Space Flight Center della NASA che gestisce un sito web chiamato il Sole Oggi , in un video che descrive l'evento.

"Il sole produsse un'eruzione spettacolare  con fiammate ad alta energia di particelle di materia (protoni, elettroni, nuclei di elio e di metalli).  Non ho mai visto qualcosa di simile", ha detto Young. "E' stato come se qualcuno avesse appena preso a calci  verso l'alto una zolla gigante di sporcizia  la quale poi è caduta di nuovo verso il basso." ( video qui  )

Il satellite SOHO (Solar Dynamics Observatory) della NASA  ha catturato il  video allegato ad alta definizione in diverse lunghezze d'onda. L'evento registrato come brillamento solare di classe M-2 , ovvero una tempesta solare di classe media che non costituisce un pericolo per i satelliti o le infrastrutture sulla Terra.

"Non è una eruzione che ci deve preoccupare," Young ha detto nel suo video. "E 'solo che è molto, molto bella."


L'espulsione di massa coronale si è poi diretta verso la Terra alla velocità di circa 5 milioni di km orari, ed ha raggiunto la terra dopo circa 36 ore

"Grazie alla sua forte angolazione, tuttavia, gli effetti sulla Terra sono stati per fortuna poco intensi.

Nel video SDO, il brillamento solare erutta dalla parte inferiore destra del sole, proiettando plasma e particelle verso l'alto nella corona del sole - la sua atmosfera esterna -  per poi ricadere in parte come

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

22 OTT
Diverse parentesi di maltempo in vista, ma non mancheranno anche momenti più stabili con spazi sereni
Radar meteo alle oltre 19.10 di domenica 21 ottobre (Protezione Civile)
22 OTT
I forti venti dovuti al passaggio di una dry line da Bora
22 OTT
Dopo questo primo cambio di registro, in cui ci sarà un po’ di tempo per respirare, ne arriverà uno più profondo nella giornata di venerdì
22 OTT
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
22 OTT
In 50 minuti tre scosse di magnitudo oltre il sesto grado
22 OTT
Una fenomenologia sempre più accentuata dal riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica