In pubblicazione il 21 GEN 2016

2015 anno più caldo di sempre: ci salveranno i vulcani?

Secondo le analisi della NOAA e della NASA il 2015 è stato l’anno più caldo dell’era moderna, e il 2016 con l’aiuto del Niño potrebbe battere questo record, a meno che qualche grande eruzione vulcanica contribuisca a “raffreddare” il clima


Fonte Immagine: NASA

 

Qualche giorno fa un rapporto della NOAA, agenzia federale americana per gli oceani e l’atmosfera, aveva indicato nel 2015 l’anno più caldo dell’era moderna, ovvero da quando (1880) si raccolgono con regolarità dati sulle temperature dell’aria in tutto il Pianeta. A conferma di questo dato ieri è giunto il comunicato della NASA secondo il quale non solo il 2015 è stato l’anno più caldo dell’era moderna, ma addirittura il 2016 ha grosse possibilità di battere questo record e diventare il nuovo “anno bollente” della serie storica che parte dal 1880. Ad “aiutare” il 2016 in questa impresa contribuirebbe il fenomeno del Niño, che oramai da qualche mese imperversa nel Pacifico Tropicale: le temperature insolitamente alte della superficie oceanica infatti trasferiscono all’atmosfera un’enorme surplus di calore che favorisce l’insolito aumento delle temperature dell’aria.

Secondo gli studiosi americani solo un fattore naturale potrebbe fermare questa inarrestabile corsa verso il grande caldo: i vulcani. Grandi eruzioni vulcaniche di tipo esplosivo infatti sono in grado di sparare enormi quantità di ceneri, polveri e gas direttamente nell’alta atmosfera, dove poi i venti stratosferici spalmano questo materiale fino a formare un velo opaco e uniforme che filtra parte dei raggi solari causando così un parziale raffreddamento della superficie terrestre: è già successo nel 1991, quando la violenta eruzione del Monte Pinatubo per un qualche anno raffreddò il Pianeta di alcuni decimi di grado.

Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

19 SET
Nella nuova settimana si volterà pagina, la lunga fase settembrina verrà archiviata
19 SET
Vortice mediterraneo porterà intense precipitazioni
Pressione all quota media di 5500m domneivca 23
18 SET
Un ultimo fine settimana con temperature fino a 30 gradi
satellite ore 10.50 di martedì
18 SET
Una perturbazione Nord africana in arrivo martedì 18 settembre
18 SET
Un nuovo studio raddoppia le morti provocate dallo smog
17 SET
Mete turistiche più appetibili dal punto di vista climatico
Radar meteo Protezione Civile ore 16.40
14 SET
Temporali sparsi, temperature per lo più sotto 30 gradi