In pubblicazione il 22 OTT 2018

Climate Change: il clima che cambia

Una fenomenologia sempre più accentuata dal riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Il clima sta cambiando e noi in buona parte ne siamo la conseguenza, vani sono i tentativi di una latente e sbeffeggiata comunicazione e scarsa lo è l'informazione nei confronti delle popolazioni poco sensibili, dove ancora buona parte delle stesse non apprende le problematiche e le conseguenze di questi mutamenti, ma fraintendono l'argomento con una vena di sarcasmo, politicamente ambientalista, limitante e talora coercitivo.

Qua non c'entra la politica ( o perlomeno non in maniera diretta ) e neppure Roma, ma c'entra un riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica, che porta come risultato ad una fenomenologia sempre più accentuata, dai risultati talora fatali.

Allora come possiamo difenderci da tutto ciò?

Sicuramente auto-proteggendo quello che abbiamo di più caro, le nostre vite. 
Quindi informare - conoscere - prevenire, insieme per adottare comportamenti corretti in caso di forte maltempo, valutando costantemente le criticità ed il rischio in maniera cosciente, senza sopravvalutare le proprie capacità al fine di prevenire spiacevoli conseguenze.


A poco servono affermazioni del tipo " ma io non pensavo facesse ...", " io non credevo arrivasse ... ", " ma le allerte le mettono tanto per ...", " avrebbe dovuto piovere di meno, più in quà o più in là..", " tanto non fa niente ...", ecc...ecc...

L'Italia è un Paese a forte rischio idrogeologico e idraulico ed anche i dati sulle frane e le alluvioni lo confermano, quindi non tentiamo di metterci contro natura, avremmo solo da perderci.

Roberto Nanni



Fonte Articolo: Roberto Nanni

ULTIMI ARTICOLI

17 NOV
Allerta meteo arancione per temporali e vento forte sulla regione Calabria
17 NOV
Si prevedono forti nevicate su vaste aree del sud-est asiatico e parte dell'Europa orientale
17 NOV
Una colata fredda in discesa dall’Artico adeguerà l’assetto per le prime nevicate a quote basse
16 NOV
Piogge e rovesci anche intensi sul basso Adriatico e sulle aree ioniche. Generalmente discreto sulle restanti aree, clima più fresco
18 NOV
Atteso un picco di 120 centimetri
18 NOV
La città nuovamente colpita dal maltempo
17 NOV
Una perturbazione seguita da aria fredda è in evoluzione dall'Egeo verso ovest: oltre 100-150 mm di accumulo
17 NOV
Eravamo abituati a temperature troppo miti per il periodo