In pubblicazione il 20 GIU 2016

Estati del futuro: brutti scenari

Tra 50 anni le estati nella maggior parte del globo potrebbero essere più calde di quanto mai esperimentato a memoria d'uomo


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Questa è la conclusione di  uno studio  ad opera di scienziati del National Center for Atmospheric Research (NCAR) di Boulder, Colorado.

Se il cambiamento climatico continuasse con il trend attuale, la probabilità che le estati tra 50 anni siano le più calde di sempre è intorno al 80 per cento in tutte le aree del pianeta.

Se le emissioni di gas serra venissero ridotte,  la probabilità scenderebbe al 41 per cento.

Estati estremamente calde rappresenteranno una sfida per l'umanità, perché  aumentano il rischio di problemi di salute,  danneggiano le colture agricole e aggravano la siccità e inoltre metteranno a dura prova la nostra capacità di adattamento ad elevate temperature inusuali


Simulando le estati passate i ricercatori hanno stabilito una vasta gamma di temperature che potrebbero essersi verificate nel passato in maniera naturale con le medesime concentrazioni di gas ad effetto serra ed eruzioni vulcaniche per un totale di 1400 estati del passato.

I risultati mostrano che tra 50 anni le estati in gran parte del Nord e Sud America, Europa centrale, Asia e Africa hanno una probabilità superiore al 90 per cento di essere più caldo rispetto a qualsiasi estate del passato

 



Fonte Articolo: wattsupwiththat.com

ULTIMI ARTICOLI

24 MAG
Continua la fase piovosa e relativamente fresco. All'orizzonte però si intravede la possibilità di un primo cambiamento dello scenario meteorologico
24 MAG
Ecco perché piogge e fresco insistono ormai da 2 mesi. Occhio alla legge di compensazione!
Satellite alla ore 09.00 di venerdì 24
24 MAG
Anticiclone africano ancora... in lista di attesa
23 MAG
Un'evoluzione su tre principali fasi: il weekend sarà di nuovo instabile
23 MAG
Ancora molti temporali, anche di forte intensità
22 MAG
Sisma avvertito tra piacentino e parmense
22 MAG
Imponente frana a causa delle continue precipitazioni