In pubblicazione il 20 LUG 2015

I cieli fuligginosi responsabili del 25-50% del Global Warming. Ma…

Vi è una soluzione per abbattere in tempi breve la febbre del pianeta?


Fonte Immagine: NASA

 

Lo scienziato Ing. Mark Jacobson  della Stanford University ha la risposta: sbarazzarsi della fuliggine nera. Le nere particelle di carbonio dense sono il risultato di una combustione incompleta di idrocarburi nei motori, negli incendi, e nelle centrali termoelettriche. 

Figura: Il Ghiaccio polare riflette la luce del sole. Poiché questo ghiaccio comincia a sciogliersi, meno luce solare viene riflessa nello spazio. E 'invece assorbita negli oceani e la terra, alzando così la temperatura globale, e alimentando ulteriormente, in un processo  a cascata, ulteriore fusione  dei ghiacci polari. Il ghiaccio sporcato dalla fuliggine diviene più scuro e quindi  riflette meno luce solare e quindi aumenta il  riscaldamento globale. Credit: NASA -

La fuliggine nera  è responsabile tra il 25 per cento e il 50 per cento del riscaldamento globale osservato, come studi recenti hanno dimostrato. Questo perché essendo scuro assorbe molta luce solare e la converte in radiazione a  raggi infrarossi (calore) , che poi a va  a riscaldare l'aria circostante. Quando la fuliggine si deposita sulla neve o ghiaccio,  essa riscalda più efficacemente tali superfici , favorendone lo scioglimento. Per fare un confronto, nero fuliggine riscalda l'aria fino a 2 milioni di volte di più rispetto alla stessa quantità di CO2.

Jacobson ha confrontato gli effetti di contenimento indietro fuliggine a riduzioni di CO 2 , il metano, e diverse decine di altre molecole. Utilizzando simulazioni al computer, ha scoperto che il controllo fuliggine dovrebbe ridurre le temperature più velocemente fino al 23% rispetto alla riduzione  di CO 2 nel corso dei prossimi 25 anni

Anche se le emissioni di CO 2 delle emissioni sono la causa primaria del riscaldamento climatico nel corso dell'ultimo secolo, e quindi hanno bisogno di essere ridotte, comunque la rimozione della fuliggine nera fornisce un immediato sollievo. Questo perché le molecole di carbonio-pesante depositano fuori dall'atmosfera più rapidamente - in poche settimane - così fermare la loro produzione ora significa tangibile, inversione immediata del riscaldamento.


Per rimuovere dall'atmosfera invece la CO2 prodotta oggi occorrono almeno 50 anni! (n.d.r.)

La buona notizia è che abbiamo la tecnologia per porre freno alla fuliggine nei forni delle centrali termoelettrica

 

 

 



Fonte Articolo: Alison Hawkes su http://www.astrobio.net della NASA

ULTIMI ARTICOLI

22 OTT
Diverse parentesi di maltempo in vista, ma non mancheranno anche momenti più stabili con spazi sereni
Radar meteo alle oltre 19.10 di domenica 21 ottobre (Protezione Civile)
22 OTT
I forti venti dovuti al passaggio di una dry line da Bora
22 OTT
Dopo questo primo cambio di registro, in cui ci sarà un po’ di tempo per respirare, ne arriverà uno più profondo nella giornata di venerdì
22 OTT
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
22 OTT
In 50 minuti tre scosse di magnitudo oltre il sesto grado
22 OTT
Una fenomenologia sempre più accentuata dal riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica