In pubblicazione il 1 AGO 2015

I ghiacci artici si riducono? Le misure dicono il contrario!

Dopo l'anomalo minimo del 2013, il loro volume è, inaspettatamente, in aumento


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Le variazioni di volume del ghiaccio marino artico influenzano i bilanci e modelli di circolazione atmosferica di calore e di acqua dolce regionali a latitudini più basse. Nonostante un calo ben documentato in estate artica estensione del ghiaccio marino di circa il 40% rispetto alla fine del 1970, è stato difficile da quantificare le tendenze nel volume dei ghiacci marini perché osservazioni dettagliate di spessore sono mancati. Qui vi presentiamo una valutazione dei cambiamenti in dell'emisfero settentrionale circa lo spessore del ghiaccio marino e del volume, con cinque anni di CryoSat-2 misure. Tra l'autunno 2010 e il 2012, c'è stata una riduzione del 14% del volume del ghiaccio artico del mare, in linea con il declino a lungo termine in estensione. Tuttavia, osserviamo dal 33%  al  25% più ghiaccio in autunno 2013 e 2014, rispettivamente, rispetto alla media stagionale del  2010-2012 e che compensa le perdite precedenti. 

Tale incremento è stato causato dalla ritenzione di spessore del ghiaccio marino a nord-ovest della Groenlandia durante il 2013, che, a sua volta, è stata associato con una riduzione del 5% del numero di giorni in cui si è verificato, le condizioni di fusione più tipiche della fine degli anni 1990. 


Al contrario, il volume primaverile del  ghiaccio marino artico è rimasto stabile. Il forte aumento del volume del ghiaccio marino dopo una sola estate fresca suggerisce che il ghiaccio artico del mare può essere più resistente di quanto è stato precedentemente considerato.

 



Fonte Articolo: articolo e foto a cura di Rachel L.Tilling et alias su Nature Geoscience

ULTIMI ARTICOLI

31 MAR
Residui fenomeni sulle regioni centro meridionali della Penisola
La primavera di Botticelli
31 MAR
Tempi duri per i meteoropatici quando “scoppia” la primavera
30 MAR
Un fronte freddo attraverserà velocemente l'Italia da Nord verso Sud
30 MAR
Anche L'Emilia Romagna risentirà dall'afflusso freddo settentrionale
31 MAR
La grande metropoli americana è oramai al collasso e in aiuto giunge anche la nave ospedale della Marina Militare Americana
22 MAR
Danneggiato l'ospedale, due le forti scosse di terremoto
22 MAR
Un rapporto appena diffuso da SIGEA fa il punto su quanto emerge dall'analisi preliminare riguardante l'eventuale ruolo del clima sulla diffusione del virus