In pubblicazione il 12 FEB 2018

Il buco dell'ozono si riduce, ma nelle aree piu' popolate diminuisce

L'allarme degli scienziati


Fonte Immagine: web

 


Buone e cattive notizie arrivano per quanto riguarda la situazione Ozono nel nostro Pianeta. Ad inizio anno era arrivata la notizia che il buco dell'ozono ai Poli si sta riducendo, ben 20% in meno rispetto alle misurazioni del 2005. Poche settimane fa, però, un'altro studio è stato pubblicato della rivista Atmospheric Chemistry and Physics, che ha analizzato la distribuzione dell'ozono nell'atmosfera utilizzando una innovativa tecnica satellitare. Lo studio ha rilevato che a latitudini inferiori, ovvero nelle zone in cui si concentrano le aree più popolate del pianeta, la situazione sarebbe molto diversa, e ben poco rassicurante perchè si è osservato il calo lento ma inesorabile dell'ozono atmosferico. Lo studio ha dimostrato che i livelli di ozono hanno continuato a diminuire globalmente più o meno a partire dagli anni '80 e il rischio nelle aree piu' popolate è quello delle radioazioni Uv molto più intense. Altri studi dovranno scoprire le sostanze in grado di danneggiare lo strato di ozono del pianeta, soprattutto quelle prodotte in quantità crescente dall'attività umana.


Fonte Articolo: Andrea Raggini
Tags: 

ULTIMI ARTICOLI

18 FEB
Fitti banchi di nebbia e più nubi lungo i settori Tirrenici. Aumenta l'umidità nei bassi strati
Temperature.a1500m il 23 febbraio
18 FEB
Dal molto caldo al molto freddo 
18 FEB
Arriva il preannunciato nucleo di aria polare al Centrosud
18 FEB
Un campo di alta pressione ben saldo continua a dominare l'Europa centro-orientale
17 FEB
Diverse le alluvioni lampo negli ultimi mesi nel Paese
17 FEB
Situazione allarmante per la Pianura Padana: PM10 a livelli critici per la salute
17 FEB
Il bel tempo è un toccasana per l’umore, ma nella stagione invernale non per l’ambiente
17 FEB
Temperature tipiche di fine Marzo/metà Aprile!