In pubblicazione il 28 LUG 2016

Il caldo di oggi, giovedì: vero o presunto?

La climatizzazione diffusa in casa e in auto può falsare le sensazioni di caldo in quei pochi istanti in cui siamo costretti a esporci all'aria aperta?


Fonte Immagine: publicdomainpicttures.net

 

Anche oggi , giovedì,  le lamentele più comuni dei lettori ai vari articoli (oggi con questo sono ben 19 post! ) pubblicati dalla Redazione di questo sito, hanno puntato il dito contro il caldo insopportabile.

Ma i dati osservati oggi da circa 1000 postazioni meteo della rete di www.lineameteo.it (vedi tabella) dimostrano senza ombra di dubbio che la giornata odierna è stata una normalissima giornata estiva dove i 30 °C sono stati superati solo nel 30-60% delle località della penisola, mentre i 34 gradi sono stati superati solo nel 4% delle località del Centro e del 9% delle località del Sud/isole,. Nessuna località del Nord ha raggiunto i 34 gradi.

In genere, anche in condizioni "normali", in questo periodo (il più caldo dell'anno) le temperature in media dovrebbero essere almeno 1-2 gradi in più rispetto a quello che abbiamo avvertito oggi.

Ma allora la diffusa lamentela, non corroborata dai dati osservati,  su questo "caldo insopportabile" è solo frutto di fantasia? No, di certo! Chi si lamenta, specie tra la popolazione della terza età, si lamenta perché veramente avverte molto caldo.


Ma allora hanno ragione i nostri sensi o i termometri?

In maniera macchiavellica rispondo entrambi!

Ovvero è vero che le temperature  oggi  erano  da normale caldo estivo, ma la maggior parte della giornata ormai in estate la passiamo in compagnia dei condizionatori  quando siamo a casa o in auto quando siamo in viaggio.  Pertanto bastano appena 10 minuti in cui siamo costretti ad esporci ai dardi solari  perché il nostro corpo, ormai disabituato, avverta "caldo insopportabile". 

Meditate...meditate...gente!



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci
Tags: 

ULTIMI ARTICOLI

15 FEB
Alta pressione protagonista, aria molto mite sulle Alpi
14 FEB
L’evoluzione in quattro distinte fasi fino al 23 febbraio. Periodo poco dinamico
12 FEB
L’alta pressione guadagna ulteriore spazio sul Mediterraneo
15 FEB
Tendenza meteo fino metà mese, tra poco online
12 FEB
Danni pesantissimi nel Nord del Paese
12 FEB
Mareggiate lungo le coste esposte. Una nuova perturbazione proveniente dall’Europa nord-orientale, giungerà nella giornata di domani