In pubblicazione il 28 AGO 2015

Il livello dei mari è salito anche di 25 cm in 20 anni

Coste irrimediabilmente sommerse. Le conseguenze. Ma ci sono anche le eccezioni


Fonte Immagine: pixabay.com

 

Quando si riempie un lavandino, l'acqua sale alla stessa velocità alla stessa altezza in ogni angolo. Non è questo il modo  con cui aumenta il livello dei mari

Secondo  le misure satellitari di 23 anni da parte della NASA , il livello del mare sta aumentando di pochi millimetri all'anno. Se vi sembra poco, non è così perché anche se fossero 5 mm all'anno, significa  un aumento complessivo 10 cm in 20 anni, sufficienti  fare arretrate le nostre spiagge di moliti metril

 Se vivete sulla costa orientale degli Stati Uniti, però, il vostro livello del mare è in aumento di due o tre volte più veloce rispetto alla media. Se vivete invece  in Scandinavia lì il livello del mare si è abbassato.  In Cina i residenti nel delta del Fiume Giallo delta sono sommersi dall'innalzamento del livello del mare di oltre 25 centimetri.

Queste differenze regionali  sulle variazioni del livello del mare diventeranno ancora più evidenti in futuro, come via via che le lastre di ghiaccio delle calotte polari si sciolgono. Ad esempio, quando il Mare di Amundsen della calotta antartica occidentale sarà completamente fusa, il livello medio globale del mare si alzerà di 10 cm. Ma la costa orientale degli Stati Uniti vedrà un ulteriore aumento di 30 a 40 cm.

Aggiungiamo che il 40% della popolazione mondale vive lungo le coste e quindi un innalzamento del livello dei mari coinvolgerebbe la vita  el'agricoltura di  una buona fetta della popolazione del pianeta (n.d.r.).


Le Maree, i venti e le correnti oceaniche hanno un ruolo  primario in queste differenze regionali, ma un motore sempre più importante  è la stessa parte solida Terra. Il riscaldamento globale colpisce non solo la superficie del nostro mondo ma anche la  terra sotto i nostri piedi.

Salvo quando un vulcano o un terremoto fanno notizia,  in genere si tende a pensare al nostro pianeta come  una roccia solida monolitica. Ma 80 chilometri sotto i nostri piedi, c'è uno strato di migliaia di miglia di spessore  (magma) in grado di  comportarsi come un liquido nel corso di migliaia di anni. Le placche tettoniche della crosta terrestre galleggiante su questo strato viscoso, chiamato il mantello,  si comportano come un wafer alla vaniglia su un budino molto spesso.

Se si dovesse mettere una fragola in cima a quello di wafer alla vaniglia, il peso aggiunto renderebbe il piatto biscotto il  budino. Allo stesso modo, i pesi pesanti sulla crosta terrestre spingono verso il basso nel mantello, che scorre via e si gonfia altrove.  I 2-3 km di-spessi strati di ghiaccio della Groenlandia e dell'Antartide hanno tenuta compressa  la crosta sotto di loro per millenni. La Groenlandia, liberata dai ghiacci, si solleverebbe verso l'alto, portando qui, paradossalmente, un abbassamento del livello dle mare lungo le coste.  

 

 



Fonte Articolo: www.enn.com/climate/article/48911 e ripreso dal sito Jet Propulsion Laboratory della NASA

ULTIMI ARTICOLI

10 DIC
Evento molto credibile, oggi i modelli - americano ed europeo - sono allineati sulle medesima tendenza
9 DIC
Venti fino a 160-180 chilometri orari sulle montagne di Sardegna e Corsica. Attenzione anche al Val Padana
7 DIC
Dalla serata, una veloce depressione di origine atlantica porterà un peggioramento sulla Liguria e alta Toscana. Mareggiate lungo le coste esposte
9 DIC
Netta differenza termica, ecco perchè
7 DIC
Le temperature massime registrate oggi nella nostra Penisola
7 DIC
In Emilia Romagna divieto ai veicoli diesel in tutte le città