In pubblicazione il 15 LUG 2015

Il riscaldamento globale aumenta la durata e l'inquinamento dei voli aerei

Il cambiamento climatico sta modificando l'intensità dei venti sugli Oceani costringendo gli aerei a bruciare più carburante e ad emettere più gas serra..


Fonte Immagine: : Kamenetskiy Konstantin

 

l cambiamento climatici stanno modificando l'intensità del vento  sopra l'Oceano Pacifico.  In particolare si è intensificata la corrente a getto subtropicale - un vasto fiume d'aria largo 200-300 km, che scorre in direzione da ovest verso est  tra 7 e 12 km, tra 25 e 35 gradi di latitudine.  Le correnti getto (quella "subtropicale"  e l'altra "polare"  intorno 60 gradi di latitudine) nascono là dove vi sono forte differenze termiche in senso meridiano. Un primo forte "salto termico" Sud-Nord  si osserva appunto intorno  30 gradi di latitudine  perché qui  vengono  a contatto, ad opera della cella di Hadely,   correnti di aria calda subtropicale  e correnti di aria più mite delle latitudini temperate.

Ebbene,  negli ultimi decenni tale salto termico tra basse e  medie latitudini è aumento o perché sono diventato  più caldo  il Pacifico tropicale a seguito di più frequenti eventi di Niño o perché sono diventate in inverno più fredde le medie latitudini a seguito di più frequenti condizioni  di AO (Artic Oscillation)  in fase negativa (alta pressione sul circolo  polare e bassa pressione alle medie latitudini ), con conseguenti più frequenti  irruzioni di aria polare verso più basse latitudini, tali da aumentare il contrasto termico  con l'aria subtropicale (N.b.: questa parte in corsivo è  a cura di questa redaziune).

Lo studio pubblicato Lunedi 12 sulla rivista Nature Climate Change, mostra in particolare che sopra l'Oceano Pacifico  l'aumento di velocità della corrente a getto subtropicale  sta aumentando gli orari dei voli tra le Hawaii e la terraferma degli Stati Uniti, provocando  in tal modo  maggiore inquinamento atmosferico.


"Quello che abbiamo trovato era che le variazioni del vento a livello di volo erano tali che i voli diretti a ovest dovrebbero richiedere più tempo in futuro mentre i voli in direzione est saranno più brevi,"  ha detto l'autore principale dello studio  Kristopher Karnauskas .

Pur essendo vero che i voli più brevi che vanno in direzione est bruciano meno carburante perché  aiutati dalla corrente  a getto diretta nella medesima direzione, ,è stato scoperto però che il risparmio di carburante in direzione est non cancella il combustibile aggiuntivo bruciato su voli diretti a ovest, verso le Hawaii.

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

17 GEN
Diverse saccature fredde raggiungeranno il Mediterraneo. Ci aspetta un periodo molto dinamico
16 GEN
Correnti Atlantiche tornano progressivamente a fluire sul Mediterraneo
17 GEN
Continua un'estate molto rovente in Australia
15 GEN
Forte scossa di terremoto avvertita dalla popolazione. Gente in strada su tutta la costa Romagnola