In pubblicazione il 6 MAR 2018

Marzo 2018: siamo sicuri che l'inverno è finito?

Tutti sappiamo che, dal punto di vista meteo-climatico, l'inverno è terminato il 28 febbraio però...


Fonte Immagine: shuttertoks

 

Però sorge spontaneo chiedersi quale sia la probabilità di un colpo di coda fuori stagione dell'inverno. Ebbene, statistiche alla mano, dal 2000 al 2014 di sono stati 9 casi di situazioni invernali in marzo, come dire una probabilità del 65% ovvero è più probabile che un evento simile accada piuttosto che il contrario tanto che anche quest'anno marzo ha avuto un assaggio di tempo invernale tra l'1 e il 3 del mese. Ecco gli eventi in questione:

Marzo 2002:  il 23-25 neve fino a quote molto basse su Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Lucania e Campania;

Marzo 2003: il 14-15 nevicate fino a quote molto basse su Marche, Umbria, Abruzzo, Molise, Foggiano, Lucania.

Marzo 2004: dall’1 all’11 in tre distinti episodi, nevicate abbondanti anche in pianura al Nord.

Marzo 2005:il  giorno 3  freddo su gran parte  d'Italia con neve su quasi tutta la Val Padana.

Marzo 2006: dal 6 al 12 freddo e neve sulle regioni di Nordest e adriatiche: 

Marzo 2008: il 23 nevicata a sorpresa  sulla Brianza.


Marzo 2009: il giorno 5 neve anche in pianura su Piemonte e alta Lombardia.

Marzo 2010: tra il 9 e l'11 neve su quasi tutto il Nord Italia.

Marzo 2013: 17-18 nevicata su Piemonte e Ovest Lombardia.

Marzo 2018: nevicata su tutto il Centronord

Tali eventi di freddo tardivo però si sono verificati tutti nelle prima quindicina di marzo, tranne marzo 2002 quando freddo e neve fino in pianura hanno fatto la loro comparsa tra il 23 e il 25 marzo.

Quindi un accadimento di tipo invernale nell'ultima decade ha una probabilità molto modesta (all'incirca appena del 10%).

E allora, sulla base di queste indicazioni statistiche e delle proiezioni dei modelli a lunga scadenza, siamo ora in grado di rispondere al quesito formulato nel titolo di questo articolo, ovvero riteniamo improbabile una nuova tradiva ondata di freddo dopo quella dell'1-3 marzo per i seguenti motivi:

  • negli ultimi 15 anni non è mai capitato di avere 2 episodi di freddo invernale in marzo nella prime due decadi del mese;
  • anche le proiezioni fino a 10 giorni con le medie d'ensemble escludono altre ondate di freddo entro il 20 marzo.


Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci
Tags: 

ULTIMI ARTICOLI

11 DIC
Crollo delle temperature anche di 10 gradi nei valori massimi e temperature sotto zero in quelle minime
10 DIC
Evento molto credibile, oggi i modelli - americano ed europeo - sono allineati sulle medesima tendenza
9 DIC
Venti fino a 160-180 chilometri orari sulle montagne di Sardegna e Corsica. Attenzione anche al Val Padana
9 DIC
Netta differenza termica, ecco perchè
7 DIC
Le temperature massime registrate oggi nella nostra Penisola
7 DIC
In Emilia Romagna divieto ai veicoli diesel in tutte le città