In pubblicazione il 10 LUG 2015

Nel futuro il livello dei mari potrebbe innalzarsi fino a 6 metri

I risultati di un recentissimo studio basato su evidenze e analogie con il clima del lontano passato. Ma nutriamo al riguardo qualche perplessità...


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Nel lontano passato (vedi figura)  quando le temperature del passato erano simili o di poco superiore alla  attuale media globale presente, il livello del mare è aumentato di almeno 6 metri, suggerendo  che un esito simile potrebbe essere in serbo nell'immediato futuro  se proseguiranno  le tendenze attuali  climatiche.

Se ciò avvenisse sarebbe una catastrofe mondiale di portata biblica visto che il 40% circa dell'umanità vive lungo le zone costiere dei mari (n.d.r)

Figura: Picco della temperatura media globale, la CO2 atmosferica, massimo livello medio del mare globale (GMSL), e la fonte (s) di disgelo. l'Ombreggiatura in azzurro indica incertezza sul massimo GMSL  I grafici a torta rossi sopra la Groenlandia e dell'Antartide indicano la  frazione (non luogo) di ritiro ghiaccio.


I risultati dello studio pubblicati sulla rivista Science hanno dimostrato che il livello dei mari è salito in risposta alla fusione  delle lastre di ghiaccio in Groenlandia e in Antartide, ha detto l'autore Andrea Dutton,  geochimico dell' University of Florida geochimico.

Alcuni scienziati però  - e anche questa redazione -  fanno notare che ad oggi  la temperatura del pianeta è  salita di quasi +1 °C rispetto all'era pre-industriale e quindi, secondo  la ricerca con tale surplus termico il livello dei mari già doveva essere salito almeno di 6 metri, cosa che (per fortuna!) non è avvenuto(n.d.r.)

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

23 MAG
Un'evoluzione su tre principali fasi: il weekend sarà di nuovo instabile
22 MAG
Insiste un po' di instabilità che nelle prossime ore favorirà ancora la formazione di improvvisi temporali in alcune zone d'Italia
21 MAG
Timida comparsa dell’anticiclone Nord africano al Nord
23 MAG
Ancora molti temporali, anche di forte intensità
22 MAG
Sisma avvertito tra piacentino e parmense
22 MAG
Imponente frana a causa delle continue precipitazioni