In pubblicazione il 30 SET 2015

New York City a maggior rischio di inondazioni

Mega tempeste via via più frequenti nel futuro. Video su Sandy


Fonte Immagine: NOAA

 

Un recente studio  prevede che le mega-tempeste sulla costa nord-orientale degli Stati Uniti potrebbero diventare via via più frequenti . Infatti per colpa del surriscaldamento del  pianeta  gli uragani che una volta si limitavano  ad imperversare nella fasci subtropicale, raggiungendo al più la Florida e lo stato di Caroline, adesso, alimentati dai mari più caldi che nel passato, riescono a durare più a lungo e quindi hanno il tempo sufficienti per raggiungere anche le media latitudine.


 Il super uragano Sandy che  nell'ottobre del 2012 devastò  con una memorabile inondazione  di New York e e del New Jersey (vedi al riguardo qui il video  http://video.corriere.it/usa-sandy-spazza-new-jersey-new-york/bc335d10-226a-11e2-a409-d9bbe43caf7e ) sono la spia che qualcosa appunto sta cambiando nelle abitudini degli uragani: E proprio i questi giorni la tempesta tropicale Joaquin minaccia di raggiungere la "grande mela". Vedi al riguardo nostro articolo ancora in home page. I ricercatori hanno messo in evidenza che megatempeste come quella scatenata da Sandy potrebbero colpire nel Futuro New York ogni in media ogni 25 anni mentre nel passato se ne verificava in media una ogni 400 anni .



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

10 DIC
Evento molto credibile, oggi i modelli - americano ed europeo - sono allineati sulle medesima tendenza
9 DIC
Venti fino a 160-180 chilometri orari sulle montagne di Sardegna e Corsica. Attenzione anche al Val Padana
7 DIC
Dalla serata, una veloce depressione di origine atlantica porterà un peggioramento sulla Liguria e alta Toscana. Mareggiate lungo le coste esposte
9 DIC
Netta differenza termica, ecco perchè
7 DIC
Le temperature massime registrate oggi nella nostra Penisola
7 DIC
In Emilia Romagna divieto ai veicoli diesel in tutte le città