In pubblicazione il 28 OTT 2015

Previsioni per novembre 2015

Qualche indicazione dalla statistica climatica


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Negli ultimi 50 anni e, ancor più nell'ultimo ventennio,  sono profondamente cambiate in novembre  le caratteristiche climatiche nel Mediterraneo centro-occidentale.In particolare nel periodo più recente, 1995-2014,  si sono verificate profonde  modifiche  sia nel campo della circolazione atmosferica e nella  temperatura delle acque superficiali come qui di seguito evidenziato.

Chi non fosse interessato alla...dissertazione tecnica può andare direttamente alle "conclusioni" in fondo all'articolo

1. Modifiche nella circolazione atmosferica

La pressione atmosferica al livello del mare ha subito una forte diminuzione sull'Europa Nord occidentale  e sul Mediterraneo occidentale, un segno evidente di un più frequente passaggio  su tali aree di cicloni extratropicali.

Da dove  provengono in genere tali cicloni?

La riposta è nella fig.2 che riporta la vorticità media in novembre nel periodo 1995-2014. I valori positivi sono la tipica scia lasciata dal passaggio di cicloni extratropicali. Ebbene è possibile individuare tre  direttrici di provenienza dei cicloni extratropicali:

a. dal Marocco verso la Sardegna 

Sono le tipiche "depressioni mediterranee" che si generano sul Marocco e/o nel Sud della Spagna per infiltrazioni di aria fredda dal Medio Atlantico. E' la situazione più frequente in novembre e la perturbazione in arrivo sull'Italia tra martedì 27 e venerdì 30 fa parte di questa categoria;

b. Dalle Isole  Britanniche con sconfinamento nel Mediterraneo Nord occidentale

Situazione meno frequente ma non trascurabile. Le masse d'aria fredde Nord atlantiche giunte nel Mediterraneo occidentale generano di solito una tipica "depressione mediterranea" in prossimità delle Isole Baleari e poi da qui il ciclone si muove verso l'Italia;

c. dai Balcani con sconfinamento sul Meridione

Alcuni cicloni Nord atlantici, dopo avere raggiunto i Balcani talvolta piegano verso i Meridione, richiamati da una preesistente depressione.

2. Le acque del Mediterraneo sono diventate più calde

Come mostra la Fig.3, la temperatura media  delle acque superficiali (SST) nel Mediterraneo centro-occidentale ha subito nell'ultimo ventennio  un surriscaldamento notevole (circa +1.5 °C). Questo comporta che le masse d'aria che vi scorrono sopra raccolgono più calore  e più vapore che nel passato. E siccome la masse d'aria provengono per lo più dal Marocco  o dai mari ad esso adiacenti, esse sono abbastanza calde e quindi in grado di immagazzinare molto più vapore di una massa d'aria fredda che giunga nel Mediterraneo dal Nord Atlantico°.

Per di più le depressioni mediterranee sono quasi sempre accompagnati da venti di Scirocco sui nostri mari e il loro aumento ha portato anche ad un aumento in frequenza e intensità dei venti di Scirocco (figg.4 e 5)

Quali le conseguenze delle 2 modificazioni climatiche appena esposte.

Notevoli per novembre.

Eccole infatti le ripercussioni sulle precipitazioni e sulle temperature osservate in novembre nell'ultimo ventennio:

1. sono aumentate le piogge

La fig. 6 mostra l'aumento medio in termini di mm/giorno in novembre. Forte aumento su Sardegna, Ponente ligure e Basso Piemonte (circa 30 mm  in più al mese); aumento considerevole sull'Italia centro-meridionale (tra 20 e 25 mm al mese). Aumenti più contenuti sulle, Alpi e sulle regioni di Nordest ( 10-15 mm al mese).


Insomma  piogge più probabili che nel passato ma questo significa anche una maggiore probabilità, rispetto al passato, di piogge forti e nubifragi;

2. Sono aumentate le temperature

Le figg.7 e 8 mostrano rispettivamente le temperature medie in novembre a 850 hPa e al livello del mare. E' evidente temperature al di sopra della media su tutta l'Italia, come ovvia conseguenza dei più frequenti venti di Scirocco. In particolare le temperature medie al livello del mare nell'ultimo ventennio sono aumentate in novembre di circa +1.5 °C.

 

Conclusione

Se il mese di novembre 2015 rispetterà il trend palesato negli ultimi 20 anni allora  dovremmo attenderci un mese piovoso, con eventi piovosi anche di forte intensità e con temperature miti.

_____________________________

Fig.1 - Anomalie nella pressione al livello del mare negli ultimi 20 anni in novembre

Fig.2 - Traiettoria prevalente dei cicloni nel Mediterraneo in novembre

Fig.3 - Aumento medio della temperatura delle acque superficiali nel Mediterraneo centro-occidentale

Fig.4 - Anomalie nella direzione  e intensità del vento a 925 hPa (circa 800m)

Fig.5 - Aumento della componente meridionale del vento sui nostri mari

fig.6 - anomalie di piovosità in novembre in mm/giorno

Fig.7 - anomalie di temperatura a 950 hPa in novembre

Fig.8 - Tendenza della temperatura al livello del mare in novembre

 

_________________________

° una massa d'aria con una temperatura di 10 gradi può contenere al massimo 7.5 gr di vapore per kg di aria; ma con una temperatura di  20 gradi, valori tipici autunnali dei venti di Scirocco, il contenuto massimo raddoppia ovvero passa a 14.5 grammi per kg di aria

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

20 NOV
In questo inizio settimana la neve al Nord è scesa fino in collina, ma presto arriveranno nuove nevicate
19 NOV
Allerta arancione in sette regioni, temporali al centro-sud, nevicate sull’arco alpino e sull’Emilia-Romagna e forti venti su tutta la penisola
19 NOV
Finalmente è arrivata. La classica aria “dal sapore di neve” ha raggiunto il Centro Nord Italiano. Basterà per la neve in pianura?
20 NOV
Italia meridionale colpita e affondata. Tanti fenomeni estremi in questa giornata da dimenticare
20 NOV
Si tratta di una tromba marina, per fortuna non ha arrecato danni di rilievo
19 NOV
Ma anche su parte dell’Italia
18 NOV
Scossa di magnitudo 4.0 in una zona nota