In pubblicazione il 10 APR 2016

Previsioni stagionali. Come sarà l'estate 2016?

Tre regole da ricordare...


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Leggiamo già qua e là previsioni su come sarà la prossima estate. Diffidate perché sono previsioni "farlocche", destituite di un minima validità scientifica. Ecco i motivi…

Nelle previsioni stagionali, attendibilità a parte, valgono sempre tre fondamentali regole…

Eccole:

1. la natura non è "vendicativa"

Ovvero non vale la" legge del taglione". Esempio, non è vero che: siccome l'inverno 2015-16 è stato mite e siccitoso, allora il clima dell'estate 2016 debba risultare alla fine, fresco e piovoso. Ciò non esclude però che, per puro caso, le cose vadano poi proprio in tal senso;

2La natura " non ha memoria"

Ovvero difficilmente le vicende dell'inverno appena passato influenzeranno le caratteristiche dell'estate che verrà;


3.  Vale spesso invece "la legge della persistenza"

Ovvero se uno o più persistenti fattori, più o meno  di oscura natura, hanno determinato lo stesso tipo di tempo su scale temporali del mese o più, è probabile che questa stesse cause non cessino all'improvviso e che quindi il copione prosegua ancora almeno per qualche settimana e/o per qualche mese.

Attualmente non vi sono anomalie persistenti da segnalare, a parte il Niño - l'anomalo surriscaldamento delle acque del Pacifico equatoriale - anomalia che è durata circa 18 mesi ma che probabilmente si dissolverà nel corso della primavera, per lasciare il posto alla Niña

Applicheremo tali regole alla fine di maggio 2016, quando ci cimenteremo in una approssimata previsione del clima dell'estate 2016, perché alla fine di maggio sarà chiaro se la Niña avrà veramente mandato… a casa il Niño (vedi l'articolo sulla Niña pubblicato il 9 aprile QUI )

Insomma le previsioni relative all'estate 2016, ed elaborate oggi, hanno poca credibilità perché non sappiamo se le anomalie persistenti ora in atto, resisteranno almeno fino agli inizi di giugno.

 

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

20 OTT
Una perturbazione proveniente dall’Est Europa causerà un brusco cambiamento dle tempo e il ritorno a condizioni meteo più autunnali
19 OTT
Tra domenica e lunedì un nucleo di aria fredda proveniente dai Balcani scivolerà sulla nostra Penisola e favorirà un sensibile abbassamento delle temperature
Prime rinfrescate in vista per fine mese
18 OTT
Prima le perturbazioni Atlantiche, poi un probabile netto raffreddamento dal Circolo Polare Artico
20 OTT
#Baleari, #Spagna orientale, #Corsica, #Tunisia, senza dimenticare gli eventi occorsi in #Grecia ed infine la #Sicilia
20 OTT
Situazione critica in provincia di Catania
19 OTT
Il Mediterraneo continua ad essere interessato dal maltempo